Scanzi: “Potevano avere quasi tutto. Non hanno avuto quasi nulla se non un autografo da Brunetta”

brunetta



Così Andrea Scanzi sulla sua pagina Facebook:

Grillo ha esultato per il Ministero della Transizione Ecologica, che non ha poi ottenuto (a meno che l’ex Leopolda Cingolani e Colao non siano pure loro grillini a loro insaputa come Draghi).
Sottosegretario di Stato è Garofoli, quello che durante il Conte I fu accusato (a caso) dai 5 Stelle di essere la “manina”.
I ministri M5S sono 4, ovvero appena uno in più di Forza Italia.

E due di questi sono senza portafoglio.

I grillini perdono il Mise, che dopo due governi va a un esponente (potentissimo) della Lega, Giorgetti.
Soprattutto: i 5 Stelle potranno dire di avere governato con Brunetta, Gelmini e Carfagna. Soddisfazioni vere.
Augurando ogni fortuna al governo Draghi, e vedendo nella lista qualche bel nome (quasi sempre tecnico), alcune belle conferme (Speranza, Lamorgese) e la totale scomparsa degli inutilmente “festaioli” Renzi e Calenda, si fa ancora più granitica una vecchia certezza:
I 5 Stelle sono delle incurabili capre totali nel gestire le “trattative”. Avevano il coltello dalla parte del manico e senza di loro non sarebbe nato nessun governo Draghi.
Potevano avere quasi tutto. Non hanno avuto quasi nulla. Se non un autografo da Brunetta.
Daje!

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22283 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.