Ex Ilva, il piano di Arcelor Mittal: 3.300 esuberi; fatto grave

ilva



Arcelor Mittal, per l’ex Ilva annuncia nel nuovo piano industriale 3300 esuberi. Completamenti disattesi anche gli impegni presi dal punto di vista ambientale. Un fatto gravissimo. Chiediamo immediato intervento del governo.

Arcelor Mittal la multinazionale indiana, annuncia nel nuovo piano industriale presentato ieri al governo 3300 esuberi, la stessa disattende completamente le prescrizioni e i tempi di realizzazione del piano di risanamento ambientale concordati, a dimostrazione del fatto che sin dall’inizio non ha mai avuto l’intenzione di rispettare gli impegni assunti.

Decisione sbagliata

Giustificando il tutto con la cattiva congiuntura economica dovuta agli effetti sui mercati internazionali del Covid-19. Questa decisione sbagliata e irresponsabile va rigettata. Come Sinistra Italiana, chiederemo una immediata e decisa presa di posizione da parte del governo. Il nuovo piano, infatti, che non è stato condiviso con le organizzazioni sindacali prevede di fatto il progressivo smantellamento del sito produttivo. Con effetti disastrosi dal punto di vista occupazionale che riguarderanno sia i lavoratori ex Ilva e sia i lavoratori dell’indotto di un territorio già molto segnato dal punto di vista occupazionale.

Onorio Rosati, responsabile nazionale lavoro Sinistra Italiana

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22048 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.