Internet a casa: come scegliere la connessione migliore per le proprie esigenze?

Internet a casa: come scegliere la connessione migliore per le proprie esigenze?

Sono molte le domande riguardanti la connessione Internet a casa: e tutte quante fanno capo ad una questione specifica. Ovvero: quale scegliere? Non è un tema di facile definizione, né di semplice risoluzione. È un’equazione che richiede impegno: ogni elemento dev’essere collocato al posto giusto. In caso contrario, si rischia di pagare troppo o – peggio ancora – di non soddisfare le proprie esigenze. Che poi è la mission prioritaria, vista l’importanza di Internet nelle nostre vite. Come scegliere la connessione migliore per le proprie necessità? La speranza è che questo articolo possa fungere, per voi, da guida. Come? Spiegandovi tutti gli elementi da prendere in considerazione per Internet a casa.

Internet a casa, velocità di connessione: quale scegliere?

Quale connessione scegliere, in base alle esigenze in termini di velocità? Le opzioni sono due: ADSL o fibra ottica. Non è una questione di “buoni o cattivi”, ma di circostanze. Ci sono casi in cui conviene la prima, e casi in cui conviene la seconda. Per fare un esempio, chi gioca su Internet o guarda film e serie TV in streaming, mai potrebbe fare a meno della fibra ottica. Al contrario, se si naviga senza troppe pretese in termini di velocità massicce, va bene anche l’ADSL. Va però sottolineato che oggi tutti sfruttiamo pesantemente la connessione: le abitudini digitali, infatti, presuppongono il download di dati sempre più ingombranti e nel minor tempo possibile. Anche chi lavora da casa, infatti, ha questa esigenza.

ADSL o fibra: come risolvere questa indecisione?

Chi vorrebbe passare dall’ADSL alla fibra ottica, qualche domanda se la pone sempre. Come ad esempio: chi mi garantisce che otterrò questa o quella velocità di navigazione? In effetti bisognerebbe sempre controllare la velocità effettiva, prima di chiudere un contratto. Per farlo si può innanzitutto provare ad eseguire uno speed test gratuito sul portale di un provider come Vodafone. Questa operazione permette di simulare le operazioni di navigazione con la fibra, per quantificare la sua velocità di upload e download dati. Poi basterà semplicemente testare la propria ADSL, per poter fare un confronto concreto fra le due.

Scegliere l’ADSL: quali aspetti valutare?

L’ADSL è una soluzione che ha i suoi vantaggi, se le aspettative di navigazione sono ovviamente limitate. Bisogna però sapere come sceglierla, in modo intelligente, sennò il risultato finale potrebbe essere poco performante. A partire dalla velocità di navigazione: mai scendere sotto i 20 MB per secondo, optando possibilmente per un livello superiore (intorno ai 50 Mbps). Fatto questo, arriva il turno dei piani tariffari: a consumo oppure a tariffa fissa? Il primo per chi naviga poco, il secondo per chi usa costantemente Internet a casa. Una volta che avrete deciso, serve confrontare le offerte dei vari provider: è utile per capire chi offre le condizioni economicamente migliori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*