Ostia, Malara: “case comunali senza riscaldamenti, ma Raggi paga utenze a occupazione immigrati”



A sollevare la polemica sulle case comunali è il capogruppo di Fratelli d’Italia del X Municipio, Pietro Malara.

Le parole di Malara

“Sono ormai mesi che ad Ostia centinaia di case comunali sono senza riscaldamenti. Famiglie, anziani e disabili da viale Vasco De Gama a Nuova Ostia al freddo, non si trovano i soldi per la manutenzione che però non mancano per pagare le utenze ad un’occupazione abusiva di centinaia di immigrati. È il caso dell’ex colonia Vittorio Emanuele – spiega Malara – luogo di degrado, illegalità e spaccio di droga che abbiamo provato in tutti i modi a restituire ai romani, trovando però la ferma opposizione del M5S, che ha votato contro lo sgombero in aula durante un consiglio straordinario.

Solo una settimana fa, alcune famiglie di Acilia hanno occupato il Municipio per il problema dei riscaldamenti: in quel caso, grazie anche al nostro impegno, la situazione è stata risolta ma sono ancora molte le palazzine al freddo. È assurdo, infine, che consiglieri di Roma Capitale davanti ai cittadini scarichino la colpa del loro immobilismo sui dirigenti pubblici, come documentato recentemente da una tv nazionale.

È molto grave infatti affermare che i dirigenti del Dipartimento Patrimonio del Comune di Roma abbiano paura di finire indagati e si rifiutino di firmare qualsiasi atto: su questo sono assolutamente necessarie le dovute delucidazioni”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.