10 dicembre 2016

Unioni civili, Grillini “Alfano dice sciocchezze per dimostrare che esiste”

Franco Grillini, Presidente di Gaynet, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

In merito all’opposizione di Alfano alla ddl Cirinnà e sul ddl Cirinnà. “Alfano dice queste sciocchezze da sempre. – ha affermato Grillini – Forse non sa che la stepchild adoption esiste dal 1983 ed è utilizzata nella maggioranza dei casi da coppie eterosessuali. Si sono inventati la storia dell’utero in affitto che non esiste. Il ddl Cirinnà prende atto che esistono bambini già nati, non si occupa di come sono nati. Alfano dice queste sciocchezze per dimostrare che esiste. Nel ’69 quando la democrazia cristiana protestava contro divorzio e aborto aveva i numeri. Alfano ha consensi da prefisso telefonico, sta scomparendo. Non si possono fare paragoni”.

“Al Senato ci sono senatori ultra-renziani che si oppongono a questa legge. – ha aggiunto Grillini – Renzi può usare la formula magica con i suoi: o ubbidite o non sarete ricandidati, ma il problema non sono i parlamentari catto-dem. Il problema è la galassia cattolica che si è messa in movimento e continua a rompere le scatole. E’ evidente che il decisionismo di Renzi si ferma di fronte alle proteste dei vescovi. Dobbiamo prendere atto che il difetto sta nel manico, cioè non è arrivata la sintesi tra l’anima laica e cattolica del Pd. Io mi opposi alla fusione fredda tra Ds e Margherita. E’ stato sbagliatissimo sciogliere il principale partito laico italiano perché non è possibile mettere insieme il diavolo e l’acqua santa”.

“Trovo strani – ha concluso Grillini – gli editoriali di alcuni giornalisti che hanno tirato per la giacchetta Mattarella. Lo conosco personalmente, è una persona molto corretta e non interviene personalmente nell’iter delle leggi. Mattarella ha fatto in assoluto il più bel discorso che un Presidente avrebbe potuto fare nella giornata contro l’omofobia”.

Fonte: Radio Cusano Campus