Nino Cartabellotta
Primo Piano

Cartabellotta: “Prevedibile caos tamponi con 3,8 milioni di lavoratori non vaccinati”

Cartabellotta: “Prime dose sono aumentate negli ultimi giorni, ma la spinta più immediata e visibile il Green pass l’ha data sui tamponi. Obiettivo 90% vaccinati realistico, ma sul 10% di zoccolo duro no vax è molto difficile intervenire in assenza di un obbligo vaccinale. Picco casi in GB? Dipende dall’allentamento delle misure di sanità pubblica, in questa fase devono essere ancora mantenute [CONTINUA]

rampelli
Primo Piano

Rampelli: “Fallimentare la gestione della pandemia”

Rampelli: “Lo Stato ha reso obbligatorio il green pass perché non vuole assumersi la responsabilità di introdurre l’obbligo vaccinale. Se lo Stato mettesse il vaccino obbligatorio? Non so se FDI scenderebbe in piazza contro questa misura, io sicuramente non lo farei perché sono a favore dei vaccini. Il PD dice che sarebbe diseducativo dare i tamponi gratis? Mi fanno sbellicare dalle risate. Quando noi facciamo osservazioni di questo tipo ci dicono che siamo per lo Stato etico, che siamo nostalgici.”
[CONTINUA]

Paolo Uggè
Primo Piano

Uggè: “Autotrasportatori italiani discriminati rispetto a quelli stranieri”

Uggè: “Forse gli uni contagiano e gli altri no. Il rischio è che i rifornimenti non arrivino proprio nel momento in cui comincia la campagna natalizia degli acquisti. Dobbiamo farci sostituire dalle aziende straniere? Durante il lockdown gli autotrasportatori erano considerati eroi, adesso quei protocolli di sicurezza non vanno più bene e non si capisce perché. Chi firma i provvedimenti non conosce la materia” [CONTINUA]

Volk: "Green pass: ormai sospendere lo sciopero di domani non è possibile"
Primo Piano

Volk: “Green pass: ormai sospendere lo sciopero di domani non è possibile”

Volk: “Se il governo accettasse di rinviare l’entrata in vigore dell’obbligo di green pass da dopodomani potremmo ricominciare a lavorare. Gli effetti del blocco colpirebbero in particolare Germania ed Ungheria che si ritroverebbero con dei problemi di approvvigionamento, contiamo proprio sul fatto che qualcuno di questi Paesi chieda conto al governo del caos che si sta creando” [CONTINUA]