Adinolfi: “I nostri 20mila voti saranno decisivi nel determinare la corsa a sindaco”

Mario Adinolfi



Mario Adinolfi, presidente del Popolo della famiglia, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Sulle elezioni a Roma

“Questa è una corsa estremamente frastagliata, in cui il candidato più forte fatica ad arrivare al 30% e in un quadro del genere una candidata come la nostra, Fabiola Cenciotti, accreditata intorno al 2%, può essere determinante. Essendo una corsa a testa a testa, quei 20mila voti che noi pesiamo a Roma possono risultare decisivi. Io non ho vincoli, per me il problema è il programma.

Se il centrosinistra decide di voler sperimentare il reddito di maternità a Roma io non avrei problemi ad appoggiare il candidato del centrosinistra. Il centrodestra aveva nomi immediatamente spendibili per partire dal 40% in su, se invece scegli un nome che devi presentare per spiegare chi è, allora hai un problema e questo problema se l’è auto creato perché è una partita a perdere.

Se hai paura di governare Roma questo non depone a favore della tua classe dirigente. Per la Meloni era una grandissima occasione, essere fuggita non è un atteggiamento da leader, avrebbe dovuto sperimentarsi al governo della sua città dimostrando le capacità che dice di avere”.

Fonte Radio Cusano Campus


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.