7 dicembre 2016

Romano, PD: “Se vogliamo essere credibili in Europa dobbiamo far crescere la nostra economia”

Andrea Romano al termine del vertice di maggioranza, Roma 20 febbraio 2014. ANSA / LUIGI MISTRULLI

Andrea Romano, deputato Pd, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it) .

David Cameron vuole decidere a dicembre sul dossier Brexit. Per Romano, il premier inglese sta tenendo un atteggiamento un po’ ambiguo. Un atteggiamento che ricorda Nanni Moretti nel film ‘Ecce Bombo’ (“Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente?”) “Quello di Cameron –ha affermato Romano- è un atteggiamento tradizionale della politica britannica. Cameron prova a rispondere ad una sfida che ha all’interno del proprio partito, una larga parte vuole uscire dall’UE. Cameron ha preso l’impegno di tenere un referendum. Lui però non ha specificato qual è la sua posizione e non ha spiegato su cosa vuole contrattare. Anche il partito laburista è stato un po’ ambiguo ultimamente sul tema dell’Europa. Ci troviamo di fronte a due anti-europeismi, uno di destra e uno di sinistra. Io credo che alla fine Cameron si schiererà a favore della permanenza della Gran Bretagna nell’UE. Cameron farà finta di dare un osso agli antieuropeisti, ma alla fine ci rimarrà dentro”. 

Sul ruolo dell’Italia in Europa.Alcune cose le abbiamo fatte anche perché ce lo chiedeva l’Europa ed è stato giusto farle negli anni 80-90 –ha affermato Romano-. Oggi che non siamo più in quella stagione è giusto rivendicare un elemento di interesse nazionale nell’autonomia delle nostre decisioni, che è quello che sta facendo il governo Renzi. Non ho mai creduto alla storia che la Germania imponesse le sue scelte con dietrologie oscure. La Germania è stata negli ultimi anni l’economia più forte dell’Europa, per questo è stata l’attore principale nel gioco europeo. Se noi vogliamo guadagnare credibilità in Europa, dobbiamo far crescere la nostra economia, non fare antigermanismo da macchietta come fanno molti che dicono di andare a sbattere i pugni sul tavolo. Supereremo la Germania solo facendo meglio di loro, come stiamo provando a fare”. 

L’Università Niccolò Cusano ha aperto una sua sede a Londra e per Romano “questo è un esempio che dimostra come le eccellenze italiane vengano riconosciute all’estero quando ci sono progetti validi e atteggiamenti propositivi”.

Fonte: Radio Cusano Campus