10 dicembre 2016

Parigi, Franceschini: “non è scontro tra civiltà, terrorismo non ne ha”

 

Non bisogna cadere nelle semplificazioni, non è in atto una divisione tra cristiani ed islamici e non siamo di fronte ad uno scontro tra civiltà: lo scontro è tra civiltà e terrorismo”. Così il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, nell’intervento di apertura all’Assemblea Generale dell’Iccrom (il Centro internazionale dell’Unesco per la conservazione e il restauro dei beni culturali) in corso alla Fao a Roma.

In queste ore drammatiche in cui la furia del terrorismo ha colpito centinaia di vite umane – ha proseguito Franceschini – sembra difficile parlare di tutela del patrimonio ma dobbiamo farlo perché il terrorismo sta colpendo sistematicamente il patrimonio archeologico e monumentale in quanto simbolo di culture e di religioni diverse. La difesa del patrimonio dell’umanità, al di là dello Stato in cui si trova, è dunque un dovere per la comunità internazionale che deve essere molto attiva e mobilitarsi. In questa direzione vanno le iniziative del governo italiano a favore dell’istituzione dei ‘caschi blu’ della cultura e per includere la componente culturale nelle missioni di pace come richiesto lo scorso settembre dal Presidente Renzi nel suo intervento all’Assemblea Onu.”