Lele Mora: “In carcere mi è apparso Padre Pio e ci ho parlato”

Lele Mora è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, la radio dell’Università degli Studi Niccolò Cusano.




L’ex agente dei vip ha ribadito di aver vissuto in carcere alcune esperienze mistiche: “Se le persone non ci credono non mi interessa, non si può piacere a tutti. Io racconto la verità, non delle stupidaggini. Non ho bisogno di farmi pubblicità parlando delle apparizioni che ho avuto. Sono un uomo religioso e credente. L’apparizione della Madonna e l’apparizione di Padre Pio l’ha avuta più di una persona, non solo io. In carcere avevo un’immagine della Madonna che piangeva. Che per sette o otto mesi si riempiva di acqua. E poi ho visto Padre Pio. E mi ha detto che avrei dovuto portare pazienza, perché la mia sofferenza sarebbe presto finita. Padre Pio mi è apparso quando avevo da pochi giorni finito l’isolamento. In cella mi avevano rimesso il televisore. Avevo visto un programma condotto dal grande Massimo Giletti, che io stimo. Uno speciale su Padre Pio. Poi mi sono addormentato ma nella notte all’improvviso mi si è illuminata la stanza e mi è apparso questo frate meraviglioso che mi ha assicurato che presto sarebbero finite le mie sofferenze. E’ stata una cosa meravigliosa. Parlando con le sue parole roche, mi ha detto ‘vedrai, tra pochi giorni uscirai dal carcere’. E pochi giorni dopo io sono uscito. Era circondato da una luce immensa. Da una luce tipica di un santo”.

Lele Mora, poi, ha parlato della Sardegna: “La vita smeralda è finita con me. Dopo di me è morta, è finita. La Sardegna ha perso il 70% del suo pubblico. In Sardegna ci andavi per fare la vita smeralda che ormai non esiste più. Ormai è tutto un mortorio, il Governo italiano controllando le barche ha rovinato il turismo. Ti trattano come se fossi un bandito, quando invece porti del benessere, dei soldi, del lavoro. Non puoi andare a disturbare le persone che vanno in vacanza, che tipo di controlli sono questi? Ed ecco che allora i ricchi si sono spostati in altri Paesi”.

Un po’ di gossip: “Anna Tatangelo non si è ancora divisa da Gigi D’Alessio. Io li conosco bene entrambi, il loro amore è nato prima che venisse dichiarato ai giornali. Poi nella vita finiscono tante cose, se la loro storia sia davvero finita non lo so. Il loro affetto, il loro amore, è frutto di una grande passione. Forse ora stanno attraversando un momento di riflessione”.

Su Christian Vieri: “E’ stato un grande campione, ha lasciato un segno. Parla poco ma fa i fatti. Ha avuto tante donne ma nella vita amare tante donne non significa essere una cattiva persona. Vieri è cacciatore, è un uomo vero, va a caccia, cerca la preda. Io credo abbia avuto parecchie donne anche grazie al lavoro che faceva e ai soldi che guadagnava. Le donne sono frutto del peccato, un tempo l’uomo doveva cercare di conquistare le donne, oggi invece sono le donne che cercano di conquistare l’uomo”.

AUDIO http://www.tag24.it/podcast/lele-mora/

Fonte: Radio Cusano Campus