3 dicembre 2016

Edmondo Cirilli: “L’ISIS ci ha dichiarato guerra, dobbiamo bombardare l’Iraq”

Mandatory Credit: Photo by REX USA (2642870a) Hayat Boumeddiene, far right Hayat Boumeddiene 'appears in Islamic State film' - 06 Feb 2015 The latest video released by French-speaking Islamic state (ISIS), fighters may be Hayat Boumeddiene, who is believed to have knowledge about the deadly January 9, 2015 attack on a Paris kosher grocery,The video, titled "Blow Up France 2," was released Tuesday and shows an ISIS fighter praising previous attackers in France and calling for new attacks. The video shows a woman standing next to the speaker, wearing camouflage clothing and holding a weapon. French authorities are investigating the possibility this woman could be Hayat Boumeddiene. Her husband, Amedy Coulibaly, killed four hostages January 9 at a kosher grocery in Paris, authorities said. He was killed by police in a rescue and the remaining hostages fled to safety.

Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Il mondo è piccolo”, condotta da Fabio Stefanelli su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

“Noi come Fratelli d’Italia –ha affermato Cirielli- siamo a favore di questo intervento e in Parlamento esprimeremo il nostro voto a favore. Noi siamo già in guerra ed è l’Isis che ci ha dichiarato guerra, minacciando direttamente l’Italia e il Vaticano, portando avanti il progetto di realizzare un Califfato universale. Il Governo è tardivo, come al solito ha fatto la politica di sinistra mandando i ricognitori, noi dovevamo agire contro l’Isis per difesa. Oggi lo Stato Islamico governa un territorio tra l’Iraq e la Siria, ha la capacità di compiere azioni terroristiche di ampia scala sul territorio occidentale, quindi è logico che noi ci difendiamo. Bisognava intervenire sia contro l’Isis anche in Libia, anche se il cuore dello Stato Islamico è in Siria e in Iraq, dove l’Occidente ha fatto un casino. Probabilmente c’è qualcuno che pensa strategicamente  sia meglio che i paesi mediorientali si facciano guerra tra di loro e si indeboliscono. Io invece penso che ci dovrebbe essere la pace e che l’Occidente possa usufruire del grande mercato che potrebbe essere il Medioriente. Purtroppo invece, per colpa di Francia e Inghilterra, che hanno voluto bombardare la Libia e la Siria, ci troviamo solo macerie”.