PaP: “Il problema dell’Inps è solo lo stipendio di Tridico o la polemica oscura altro?”

tridico



Premesso che è vergognosa l’operazione di aumento spropositato dello stipendio di un dirigente pubblico fatta da un decreto del governo Lega-5 Stelle. Specialmente da parte di quest’ultimi che in campagna elettorale tuonavano contro gli stipendi altissimi dei manager pubblici, mentre appena arrivati al potere hanno attinto a piene mani dalle casse pubbliche per distribuire incarichi agli amici e alzare gli stipendi.
Rimane tuttavia da chiedersi: è davvero lo stipendio di Tridico il problema più grave del nostro sistema di previdenza sociale?
Ovviamente no, oggi il governo ha affermato che quota 100 non verrà rifinanziata dimostrandosi per quello che era, una manovra elettorale spot per capitalizzare il consenso nel breve senza nessuna visione del futuro del sistema pensionistico del nostro Paese.

La riforma Fornero, votata dal PD così torna a riaffacciarsi all’orizzonte

Il reddito di cittadinanza si è dimostrato un’arma spuntata per far fronte all’enorme emergenza sociale che viviamo.
Le conseguenze delle controriforme sul lavoro, tutte tarate sulla flessibilità contrattuale e salariale hanno peggiorato le condizioni di vita di milioni di lavoratori e lavoratrici e hanno messo in serio pericolo la stabilità del sistema di welfare pubblico.
Le politiche di austerità hanno fatto il resto, relegando la previdenza sociale ad un “lusso che non possiamo permetterci”, mentre i governi in questi anni hanno sperperato miliardi in incentivi a fondo perduto per le imprese.
Per una vera svolta delle politiche sociali allora non basterà tagliare lo stipendio di Tridico, che trall’altro ha rinunciato al suo aumento solo quando è stato reso pubblico, ma guardare da un’altra prospettiva il welfare e il lavoro, ridando centralità ad un lavoro stabile e degnamente retribuito, alla redistribuzione della ricchezza attraverso una tassazione fortemente progressiva così da garantire a tutti e tutte prestazioni adeguate.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 23714 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.