Campidoglio, su risorse opere pubbliche piani di zona cifre inesatte

campidoglio roma



La replica del Campidoglio riguardo l’articolo uscito su Repubblica Roma dal titolo “Hanno pagato per i servizi ma il Comune dirotta i fondi”.

La nota del Comune

L’articolo pubblicato sul quotidiano Repubblica Roma dal titolo “Hanno pagato per i servizi ma il Comune dirotta i fondi” in riferimento alle opere pubbliche da realizzare all’interno dei piani di zona e non ancora attuate, riporta dati e informazioni non corrette.

Nell’articolo vengono citati “11 milioni pagati dai cittadini per rimuovere il vincolo sul prezzo massimo di cessione degli immobili, dopo cinque anni dalla prima compravendita” che sarebbero stati “spostati su altri capitoli di bilancio” citando la delibera comunale 16 del 23 ottobre 2018 che “vincola le entrate derivanti dalle procedure di trasformazione e affrancazione dei piani di zona per il completamento delle opere di urbanizzazione”.

La delibera citata è errata, si tratta in realtà del provvedimento numero 116 del 2018. Atto però
sulla cui effettiva capacità di essere attuato pesa il successivo Decreto legge numero 119 del 2018,
emesso dal Governo, di cui ad oggi si attendono i decreti attuativi corrispondenti senza cui è
impossibile per l’amministrazione inserire a bilancio entrate realistiche. Risorse che saranno
inserite a bilancio, una volta stabilito le modalità con cui dovranno essere introitate, per il
completamento delle opere primarie all’interno dei piani di zona.

Inesatta è anche la cifra di 11 milioni citati poiché attualmente, vista la mancata emissione del
decreto attuativo del citato Dl 119, le entrate pagate dai cittadini  per il superamento del prezzo
massimo sono inferiori ai 2,5 milioni di euro.

Per quanto attiene le difficoltà di completamento delle opere pubbliche all’interno dei citati Piani di
Zona dipendono dalle modalità con cui sono stati affidati in passato le realizzazioni ai consorzi,
tramite convenzioni sulla cui complessità di attuazione stiamo intervenendo, e che hanno permesso
di realizzare le case private senza che venissero realizzati i servizi.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.