Def, Epifani: “I conti non tornano, rischio tagli a sanità e scuola”



“L’euforia del governo fa a pugni con le reazioni dei mercati e la salita dello spread con le conseguenze inevitabili sui titoli della banche italiane”. Lo afferma il deputato di Liberi e Uguali Guglielmo Epifani. “E siamo solo all’inizio in una partita dell’azzardo che non sappiamo come andrà a finire. C’ è’ poi un altro punto. La somma delle spese previste – sottolinea Epifani – per reddito di cittadinanza, pensioni, riduzione delle tasse unite alle risorse necessarie per non fare aumentare l’iva, non quadra. Il rischio che si pone è che una parte di queste spese dovranno essere finanziate con meno trasferimenti reali su sanità e istruzione, modello periferie, su un politica di contenimento del turnover necessario nel lavoro pubblico e su tagli di agevolazioni fiscali e ampliamento della logica dei condoni. Da una mano si riducono le tasse a un milione di cittadini dall’altra si aumenta l’Irpef per famiglie pensionati e lavoratori”. “È giusto aspettare per dare giudizi più fondati ma è evidente che i conti non tornano”, conclude Epifani.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21894 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.