A Roma pronto soccorsi nel caos tra file e blocco delle ambulanze

Sanità, Santori, FDI: "Pronto soccorso esplodono, il ministro Lorenzin intervenga su Zingaretti"

I Pronto Soccorso degli ospedali romani stanno letteralmente esplodendo. Oggi è una giornata campale per il personale medico, sanitario e per i pazienti che si sono recati nelle strutture d’emergenza dei nosocomi capitolini. Al momento si registrano 118 accessi al Policlinico Umberto I, 110 al Policlinico Gemelli. Al Policlinico Casilino si sfiorano i 100 pazienti, e al Sandro Pertini e al Policlinico Tor Vergata si contano 84 pazienti.

Sono i numeri di una crisi sanitaria purtroppo ormai reiterata negli ospedali romani e laziali, alla quale il presidente Zingaretti oppone sempre le solite dichiarazioni di facciata da oltre quattro anni, senza riuscire a migliorare una situazione indegna di una Capitale dell’occidente. Queste condizioni sono aggravate dall’ormai noto blocco delle ambulanze che denunciamo da tempo, con mezzi fermi nei parcheggi dei nosocomi perché le barelle che dovrebbero montare sono invece utilizzate all’interno delle strutture, dove sono momentaneamente alloggiati i pazienti in ricovero.

E’ intollerabile che nel 2017 si debba assistere a questo spettacolo indecoroso a causa dell’incapacità gestionale e programmatica del presidente Zingaretti e della sua maggioranza soprattutto nella sanità. Chiediamo un intervento immediato al ministro della Salute Lorenzin affinché faccia cessare una situazione che lede i diritti dei cittadini.

E’ quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia

I video del giorno