Roma, 24 ore intense per i militari del raggruppamento Lazio-Umbria-Abruzzo, dagli adolescenti in fuga allo spaccio di droga

Si è conclusa in  uno dei posti più romantici del mondo, piazza di Spagna a Roma, la “fuitina” di due adolescenti per opera dei militari dell’Esercito impegnati nell’Operazione Strade Sicure.

Una pattuglia appartenente al Raggruppamento Lazio-Umbria-Abruzzo, a guida Brigata Sassari, posta a presidio dell’Ambasciata di Spagna presso la Santa Sede, nelle prime ore del mattino, ha notato la presenza nella piazza di una coppia di adolescenti intirizziti dal fresco della notte, entrambi romani, lui di 15 anni e lei di 14, la cui descrizione corrispondeva a quella di una coppia “in fuga” segnalata dalla Polizia di Stato.

Immediatamente i due adolescenti sono stati identificati dai militari, provenienti dal Reggimento Artiglieria a Cavallo, e consegnati ad una pattuglia della Polizia di Stato chiamata ad intervenire, per poi essere portati presso il Commissariato, dove sono stati riconsegnati ai genitori, ormai rasserenati.

Le ultime 24 ore dei militari del raggruppamento Lazio-Umbria-Abruzzo sono state anche movimentate da soggetti trovati in possesso di droga nelle metropolitane. Il primo sequestro è stato operato da parte di una pattuglia del 13° Battaglione Aquileia presso il nodo di scambio metro-bus di Anagnina, il secondo presso la fermata della Metro B di Roma Ponte Mammolo a cura dei militari del reggimento di supporto  “RESLA” ed il terzo è avvenuto presso la Stazione metro C di Pigneto, effettuato dai Granatieri del 1° Reggimento. In particolare, in quest’ultimo evento, lo straniero trovato in possesso di numerose dosi di sostanza stupefacente, dopo essere stato bloccato dai militari dell’Esercito, è stato tratto in arresto dai Carabinieri, che lo hanno portato presso il comando della stazione in attesa del processo per direttissima per spaccio.

loading...