Fiumicino, Petrillo-Ferreri: “Protocollo per coinvolgere migranti nelle attività sportive”

Nel corso della Commissione congiunta Servizi sociali e Politiche giovanili, voluta dai rispettivi presidenti Angelo Petrillo e Maurizio Ferreri, è stata illustrata la proposta per un protocollo d’ intesa tra gli impianti sportivi del Comune di Fiumicino e i gestori dei centri di accoglienza per migranti del territorio.
“Lo scopo –spiega Petrillo – è quello di integrare attraverso lo sport i giovani che transitano sul nostro territorio. Stiamo lavorando affinché Fiumicino sia la Città dell’inclusione. I migranti, anche minori che sono per vario titolo nei nostri centri di accoglienza, devono interagire con la nostra Città, in ogni ambito. L’immigrazione non è una emergenza ma è, ormai, un elemento strutturale della nostra società e non possiamo comportarci come se fossimo negli anni ‘50. Inizieremo un’attività di coinvolgimento di tutte le associazioni che vorranno partecipare”.
“Un primo importante obiettivo che ci siamo posti  in questi incontri –aggiunge Ferreri – è quello di  adoperare lo sport come strumento di socializzazione e di inserimento per coloro i quali vengono giudicati ‘diversi’ a causa della loro provenienza e  redigere tutti insieme un Protocollo, per poter  dare la possibilità ai giovani di giocare e praticare uno sport, con lo scopo di coinvolgerli nella vita sociale e per contrastare le discriminazioni che, in modi differenti, continuano a essere presenti nella nostra società. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato  dimostrando quell’entusiasmo necessario affinché si possa raggiungere in breve tempo l’obiettivo prefissato.”




Informazioni su Emanuele Bompadre 10270 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.