8 dicembre 2016

Roma, Ottobreinlotta: 21 ottobre sciopero generale, 22 ottobre manifestazione nazionale

Venerdì 21 ottobre sarà sciopero generale dell’intera giornata di tutte le categorie pubbliche e private, proclamato da USB, Unicobas e USI con iniziative, presìdi e manifestazioni in numerose città italiane.

Sarà uno sciopero contro le politiche economiche del governo Renzi. Uno sciopero di tutti quelli che non hanno accettato il Jobs act e la fine dell’art. 18, di quelli costretti a pensioni da fame e di quelli che la pensione non la vedranno mai. Degli studenti e degli insegnanti che contestano la “buona scuola” di Renzi e si battono per il diritto all’istruzione pubblica e universale. Lo sciopero dei dipendenti pubblici senza contratto, ma anche  lo sciopero di quelli che il contratto non l’hanno mai avuto o ne hanno firmati fin troppi, tutti di pochi giorni o addirittura ore. Sarà lo sciopero di chi lavora nelle aziende partecipate a rischio di privatizzazione e di quelli che vogliono difendere i servizi pubblici e i beni comuni. Sarà lo sciopero dei senza casa. Lo sciopero dei braccianti che non vogliono essere trattati come schiavi e dei piccoli agricoltori strozzati dall’agro-industria. Lo sciopero delle partite IVA e degli “imprenditori” di se stessi. Dei lavoratori della conoscenza, dei facchini della logistica, delle commesse costrette a lavorare anche la notte e degli operai delle grandi fabbriche condannati alla “cura” Marchionne. Sarà uno sciopero per la difesa della salute e della sicurezza sui posti di lavoro. Sarà lo sciopero dei disoccupati, dei giovani e degli anziani, di chi si vede tagliare il welfare mentre si regalano miliardi alle imprese.

Uno sciopero della vita contro l’eterna austerity, della speranza contro i diktat dell’Unione Europea, dalla Banca Centrale Europea e dal Fondo Monetario Internazionale.

Sabato 22 ottobre, insieme a tante altre forze sindacali, sociali e politiche che si sono organizzate in un “Coordinamento per un NO sociale alla controriforma costituzionale”, sosterremo quindi il nostro NO al Referendum che vuole stravolgere la costituzione con una grande manifestazione nazionale a Roma. Vogliamo l’applicazione dei principi e dei diritti sanciti dalla Costituzione del 1948 e ci opponiamo con forza ad una riforma che concentra il potere in poche mani mettendo in pericolo la democrazia.

Tra i due appuntamenti, a partire dalle ore 16.00 di venerdì 21 e per l’intera notte si svolgerà quindi una “accampata di lotta” a Piazza San Giovanni in Roma, per l’occasione rinominata Piazza Abd Elsalam, il lavoratore e militante sindacale ucciso il 14 settembre a Piacenza durante un presidio di protesta. Una opportunità per discutere sui temi dell’Europa e della Riforma Costituzionale, con dibattiti organizzati che vedranno la partecipazione di  giuristi, magistrati, esponenti politici e sindacali, ma anche un’occasione per sentire musica con diversi gruppi che si alterneranno sul palco. Una serata che collegherà le due giornate di lotta in un’unica e grande mobilitazione sindacale e sociale.

USB FEDERAZIONE CIVITAVECCHIA ORGANIZZA PULMAN GRATUITO PER CHI VUOLE PARTECIPARE AL “NO RENZI DAY” SABATO 22 OTTOBRE 2016 PATENZA DAL PIAZZALE DEL TRIBUNALE ORE 12,00.  PER PRENOTAZIONE NUMERO TELEFONO 3886565936 SIG. FLAVIO ZEPPA.

Riceviamo e pubblichiamo