5 dicembre 2016

Cross-over Transalpino: quando la Francia incontra l’Italia, dalla cucina alle Philippe Model

 

 

Parigi, si sa, è un polo magnetico che attrae sul suo territorio milioni di turisti e lavoratori provenienti da ogni parte del mondo e, allo stesso tempo, riversa attorno a sé le sue abitudini e il suo stile di vita, che si diffondono a macchia d’olio per il mondo grazie ai milioni di appassionati, soprattutto per quanto riguarda il settore gastronomico e, re fra tutti, il mondo della moda.

É proprio la qualità eccelsa della moda made-in-France e della sua scena fashion costellata di successi (che possono forse essere eguagliati solo dal mercato italiano) che lo stile tipico dei francesini ha colpito i nuovi trend gastronomici e dell’abbigliamento, dalla haute couture al pret-à-porter, dalle borse alle scarpe

Ma cosa accade se i due giganti si incontrano? Le eccellenze che brillano nel mondo, oltre che a rivaleggiare, spesso si uniscono per dare vita a prodotti che si contraddistinguono per la loro commistione tra qualità delle materie prime e design ricercati.

Un esempio sono i piatti tipici della cucina italiana: l’estetica francese derivata dalla nouvelle cuisine e l’estrema attenzione ai dettagli ha rivoluzionato lo stile di monti ristoratori italiani, che oggi portano su un piatto elaboratamente rifinito i sapori eccelsi dei prodotti tipici italiani.

Ma passiamo al settore dove le influenze dei due maggiori attori a livello internazionali, eminenti modelli per il resto del mondo, sono ancora più profonde e in cui le collaborazioni sono sinonimo di grandi successi: la moda.

La qualità dei prodotti Made in Italy, anche grazie all’indiscussa tradizione artigianale e di piccole imprese, resta un simbolo del nostro paese nel mondo, incontrastato stendardo di orgoglio nazionale. Questo ricco panorama incontra le eccellenze del design e dello stile francese

Un esempio sono le popolari sneaker Philippe Model: dalla collaborazione tra il genio francese dell’omonimo stilista e la qualità italiana portata dal fashion designer Paolo Gambato nasce una scarpa che, per uomo e donna, porta l’eleganza francese in una scarpa sportiva, rendendola adatta ad ogni occasione anche per uno stile casual-chic. Diventata oramai un’istituzione sui piedi di milioni di persone in tutto il mondo.

Un’altra fusione di successo risiede nella collaborazione tra il direttore creativo di Marni Consuelo Castiglioni e gli artisti Christophe Joubert e François-Xavier Tavy-Sacley e Stefano Favaro per la collezione Pre-Fall 2014: un mix che porta l’arte di periferia sulle passerelle di alta moda, per un look franco-italiano da capo a piedi.