10 dicembre 2016

Europei: la soddisfazione di Conte

Non può essere che soddisfatto Antonio Conte. Meglio di così l’Italia non poteva iniziare il suo Europeo, i suoi ragazzi lo hanno seguito in tutto e per tutto e dopo i primi novanta minuti la qualificazione agli ottavi di finale è più vicina. “È stata una buona partita, giocata nella giusta maniera, preparata bene. I ragazzi hanno saputo soffrire. Abbiamo giocato contro una squadra molto forte, candidata alla vittoria finale. Quando c’è compattezza possiamo fare cose importanti”.

Il Ct invita tutti a tenere i piedi per terra: “Non abbiamo fatto ancora niente, ma speriamo di arrivare dove meritano questi ragazzi. Il primo step è raggiungere gli ottavi, ma sognare aiuta a fare qualcosa di straordinario. Questo è un gruppo vero, ho 23 bravi ragazzi, che stanno bene tra di loro”.

Secondo nel Ranking FIFA, il Belgio ha messo in difficoltà l’Italia, ma ha pagato la scarsa vena realizzativa dei suoi attaccanti: “E’ una grande squadra – sottolinea Conte – a novembre ci aveva battuto 3-1 e annovera campioni importanti non solo fra i titolari.  Ci sta di soffrire, anche se avrei preferito soffrire un po’ meno, ma ogni volta che ci sono riuscite le giocate che dovevamo fare siamo stati pericolosi”.

A sbloccare la gara ci ha pensato Emanuele Giaccherini, al suo quarto gol in azzurro: “In campo – assicura – vedrete un’Italia di giocatori avvelenati, fino all’ultima partita. Sarò felice se, come stasera, riusciremo a far innamorare gli italiani”. Il centrocampista del Bologna spiega quali sono state le mosse per vincere la partita a scacchi con il Belgio: “Nell’uno contro uno hanno giocatori fortissimi, dovevamo aiutarci più del solito. Raddoppiare di continuo, per fargli poi male quando avevamo la palla noi. Questo ci aveva chiesto Conte”. Venerdì a Tolosa ci sarà la Svezia e un altro successo darebbe agli Azzuri il pass per gli ottavi: “Sarà una partita con meno risvolti difensivi, ma altrettanto difficile – avverte Giaccherini – ora godiamoci questo momento, ma solo un attimo: penseremo subito al prossimo avversario”.

A servire a Giaccherini il pallone dell’1-0 è stato Leonardo Bonucci, anche stasera tra i migliori in campo: “Sapevamo che contro questa squadra dovevamo dare qualcosa in più, ma questo è solo l’inizio. Questa vittoria ci dà la carica per continuare così. Abbiamo umiltà e sacrificio, il nostro segreto è l’abnegazione da parte di tutti”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.