4 dicembre 2016

Sgarbi: “Il papa ha ragione, ormai si tutelano più gli animali degli uomini”

 

Vittorio Sgarbi è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it) , nel corso del format ECG Regione, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.
Sgarbi ha commentato le parole del Papa su chi ama gli animali: “Il Papa dice quello che io sostengo da sempre. C’è più rispetto per gli animali che per gli uomini. E’ chiaro che gli animali sono creature di Dio, ma l’uomo è fatto a immagine e somiglianza di Dio. Ci si preoccupa più di garantire gli animali che gli uomini. Ci sono dei casi inquietanti di esseri umani che vivono al limite di una assoluta mancanza di rispetto della loro dignità e per loro c’è una considerazione marginali. Sulla carta gli animalisti hanno ottime ragioni, nella realtà puntano la loro attenzione sugli animali distraendosi dagli uomini. Il Papa ha ragione”.

Sgarbi, poi, ha parlato del suo rapporto con le donne: “Io voglio contatti fisici solo con fighe nuove. Sono la mia attrazione. La nuova ragazza che ho davanti a me io voglio mangiarla. Amo le donne mature, piacenti e attraenti. Ho una formidabile attenzione per la prossima. Non so neanche che sia, ma l’unica donna che mi interessa è la prossima. Appena la vedo inizio a mangiarla. Ci metto un po’ di olio, un po’ di sale e me la mangio, come Hannibal. Le donne hanno una tecnica di respingimento psicologica, ma dopo una ventina di minuti smettono di resistermi. La donna vuole l’uomo esattamente come l’uomo vuole la donna, ma ha una sincronizzazione ritardata. Ci vuole un po’ di tempo per entrare in sintonia”.

Sgarbi, poi, è tornato sul tema Roma. Secondo lui per la Capitale servirebbe un sindaco musulmano: “A Roma servirebbe un sindaco musulmano, perché musulmani non sono soltanto terroristi dell’Isis, ma persone che hanno rapporti con l’occidente molto completo e maturato. Come dimostra il musulmano che guida Londra. Uno straniero o un musulmano potrebbe guidare Roma meglio di un altro candidato Roma, perché la guarderebbe con il giusto distacco e si accorgerebbe, venendo da fuori, della sua grandezza. Chi guarda Roma con occhi diversi può comprendere quanto sia sublime l’urbe eterna”.

AUDIO http://www.radiocusanocampus.it/podcast?prog=1517&dl=8375

Fonte: Radio Cusano Campus