11 dicembre 2016

Unioni civili, Giovanardi: “Stepchild? E’ una legge che serve a Lo Giudice e a chi compra i bambini”

Carlo Giovanardi, Senatore di Idea, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

Sul ddl Cirinnà. “Ho detto che Renzi sta dando segni di squilibrio politico perché sta facendo una grande confusione –ha spiegato Giovanardi-. Io sono in Commissione Giustizia e da oltre un anno stiamo discutendo della legge sulle unioni civili e della stepchild adoption. Quattro giorni fa veniamo a sapere che il Governo Renzi, che ufficialmente si è sempre rimesso all’aula, già dallo scorso anno ha presentato una memoria alla Corte Costituzionale in cui sostiene che in Italia è già in vigore l’adozione del figliastro. Quindi il Governo, che sapeva di aver presentato questa memoria, per mesi e mesi ha fatto discutere la Commissione e adesso va in aula, ma aveva già dichiarato alla Corte Costituzionale che questa adozione è già in vigore. Cioè difende una legge che non c’è e non difende la legge che proibisce l’adozione da parte di coppie dello stesso sesso. Se non è squilibrio politico questo… Renzi sta facendo il gioco delle tre carte: una volta parla da premier, una volta parla da segretario del Pd, una volta dice che il governo non c’entra niente, un’altra volta dice che il governo è determinato a portare avanti questa legge. Anche se si stralcia la stepchild adoption cambia poco, perché questo ddl equipara il matrimonio omosessuale a quello eterosessuale”.

Secondo Giovanardi, la stepchild adoption apre la strada all’utero in affitto. “Andatelo a dire al Senatore del Pd Sergio Lo Giudice che l’utero in affitto non c’entra con questa legge –ha affermato Giovanardi-. Lo Giudice ha portato a casa un bambino comprato in California con il suo compagno e se passasse questa legge, il giorno dopo lui e il suo compagno diventerebbero genitore 1 e genitore 2 di questo bambino. Non possono prendere in giro l’intelligenza degli italiani e dei senatori. Questa legge serve per legittimare quelli che partono dall’Italia per comprarsi un figlio da una madre surrogata nei Paesi poveri. Strappano il bambino alla madre al momento della nascita e se lo portano in Italia, poi se questa legge passa diventa figlio loro. Per noi è una cosa immonda e vergognosa. Il regolamento dei canili di Roma prevede che non puoi portare via alla madre il proprio cucciolo prima di 4 mesi perché è considerata una barbarie togliere al cucciolo il contatto con la madre. Invece a un bambino vogliono fargli la barbarie di strapparlo alla madre e farlo crescere con due uomini. Questo bambino un giorno si chiederà: ma chi è mia madre, chi è mio padre? Sono domande che qualsiasi adolescente si fa. A me sembra egoismo spinto fino all’estremo, tant’è vero che in Italia è reato.

L’80% degli italiani è contrario all’utero in affitto, alla maternità surrogata e all’adozione da parte delle coppie gay e Renzi con il 25% che ha preso il Pd alle elezioni di 3 anni fa, non può pretendere di imporre questa legge agli italiani”.

Su Pd e M5S. “E’ il Pd che è fuori posto –ha affermato Giovanardi-, perché il M5S è il più fervido sostenitore di questa legge e ha sempre detto che l’avrebbero votato com’è. Se poi gli presentano un supercanguro che cancella tutti gli emendamenti e cancella la democrazia parlamentare, è normale che non votano il canguro. Ci vuole solo l’arroganza del Pd a pensare che i 5 stelle potessero mettersi in ginocchi e dire il contrario di quello che hanno sempre detto contro il canguro”.

AUDIO http://www.radiocusanocampus.it/podcast/?prog=486&dl=6939

Fonte: Radio Cusano Campus