5 dicembre 2016

On. Ferri, Sottosegr. Giustizia: “Proposta del M5S modificata senza stravolgerla nel suo spirito”

Cosimo Ferri, Sottosegretario alla Giustizia, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

La Camera ha approvato in prima lettura la legge sul whistleblowing, la denuncia interna di episodi di malaffare e corruzione da parte di dipendenti pubblici e privati, da tempo prevista per esempio negli Stati Uniti. “Il disegno di legge proposto dal Movimento 5 Stelle è stato modificato senza essere stravolto nel suo spirito –ha affermato Ferri-. Abbiamo tolto il premio in denaro per chi denuncia, che poteva essere pericoloso. Il dipendente pubblico deve avere a cuore il buon andamento della PA e perciò deve avere il coraggio di denunciare quando ci sono irregolarità. Questo vuol dire trasparenza, efficienza nella Pa e onestà. Con i correttivi che abbiamo fatto, bisogna evitare che ci siano calunniatori e delatori. Con questa norma non si premia chi calunnia, ma si protegge chi ha il coraggio di segnalare le cose che non vanno, nell’interesse del Paese. Con questa legge può finalmente cambiare la cultura del Paese. Non è vero quello che dice Forza Italia che questa legge crea un clima invivibile sul posto di lavoro. Segnalare un illecito è un dovere civico. L’intervento di tutela della rivelazione risponde anche all’interesse dell’impresa e della collettività. Bisogna evitare l’incentivazione di qualunque forma di delazione e burocratizzazione. Quando si parla di buona fede del denunciante si ancora questo concetto, non ad una valutazione soggettiva, a dei parametri oggettivi”. 

L’On. Ferri ha proposto un Giubileo dello sport dedicato alla disabilità.Ringrazio l’Unicusano per l’impegno sul tema della disabilità e della disabilità e lo sport –ha affermato Ferri-. Questo tema mi ha molto colpito quando sono venuto ad inaugurare l’anno accademico dell’Università Niccolò Cusano. Il 26 dicembre ho presentato il libro di un ragazzo che dopo un incidente stradale è finito su una sedia a rotelle e ha scritto un libro per raccontare quanto lo sport l’abbia aiutato nei momenti difficili a ripartire. Pur seduto su una carrozzella lui si sente sempre in piedi. Questa storia mi ha fatto riflettere e mi ha fatto lanciare l’idea di dedicare una parte del Giubileo proprio allo sport e alla disabilità, accendendo quindi ancora di più i riflettori per far sì che sempre di più all’interno delle istituzioni si parli sempre di più di sport e disabilità, consentendo ai disabili di avere strutture idonee, per consentirgli di vivere lo sport come un modo per ripartire e avere quella serenità che purtroppo nei momenti di difficoltà può venir meno. Attraverso lo sport vogliamo lanciare questo messaggio di ottimismo, di impegno, ma anche di serenità. Vogliamo fare un Giubileo dello sport, dedicato alla disabilità”. 

Riguardo l’iniziativa “Click days” promossa dall’Università Niccolò Cusano, che mette a disposizione dei neodiplomati di Roma e comuni confinanti 100 borse di studio a copertura totale. “Mi complimento con l’Unicusano per questa iniziativa –ha affermato Ferri-. perché è un segnale forte che si dà al mondo della scuola. In questo Paese dobbiamo ripartire dai giovani, dalla meritocrazia, consentendo a tutti di istruirsi e di dare il meglio di se stessi. Questa iniziativa è importante perché consentirà a cento ragazzi di fare l’università gratis. Può essere uno stimolo non solo a livello di risparmio economico, ma soprattutto per far capire ai giovani che c’è qualcuno che tiene alla loro istruzione e vuole formarli. Ho anche proposto al Rettore dell’Unicusano degli stage per gli studenti al Ministero della giustizia, per fargli capire come funziona ad esempio la macchina della giustizia. Noi dobbiamo cercare di costruire dei cervelli nel nostro Paese e di tenerceli, senza farli scappare all’estero. Ringrazio l’Università Niccolò Cusano per l’impegno che ha dimostrato in questo senso”.

Fonte: Radio Cusano Campus