5 dicembre 2016

Calcio – Serie A, le dichiarazioni rilasciate nel post partita di Milan-Bologna da San Siro

Milan Sinisa Mihajlovic gestures during the Italian Serie A soccer match ACF Fiorentina vs Ac Milan at Artemio Franchi stadium in Florence, Italy 23 August 2015. ANSA/MAURIZIO DEGL INNOCENTI

MISTER MIHAJLOVIC
“Io penso che quando si sbagliano tanti gol come oggi, con 5 occasioni a tu per tu con il portiere, poi si rischia. Queste sono gare che si devono risolvere prima. Poi succede che non segni e perdi. Abbiamo perso l’equilibrio per troppa voglia di vincere. Dovevamo gestirla meglio, soprattutto mentalmente. Dovevamo essere pazienti e cercare sbocchi diversi. I nostri avversari sono stati bravi e ci hanno punito.
Noi dobbiamo cercare di restare sereni, continuando a lavorare e migliorare. Dobbiamo capire quando chiudere le gare ed avere più cattiveria. Tra 3 giorni giochiamo a Roma e cercheremo di fare la nostra gara, cercando di vincere. A Roma non sarà facile, ma faremo il nostro. Sono un ottima squadra, con tanti individualità, ma anche noi abbiamo tante possibilità di fare molto bene e di vincere se giochiamo come sappiamo”

GIACOMO BONAVENTURA
“Oggi non abbiamo fatto il risultato e siamo dispiaciuti perché lo volevamo. Ci dispiace tanto non aver fatto contenti i tifosi. Dovevamo vincere, non ci sono scuse. Abbiamo creato tanto nel primo e nel secondo tempo e poi ci siamo allungati ed abbiamo preso il gol. Peccato perchè avremo meritato di più nell’economia della gara.
Non abbiamo trovato risposte sulla nostra mancanza di concretezza. Se la classifica è questa, quella attuale, il nostro valore evidentemente è questo. Sarà un campionato difficile, ma siamo ancora in corsa in Coppa Italia ed abbiamo un girone di ritorno ancora da giocare. Possiamo migliorare, ma non sarà facile.
Oggi non abbiamo fatto male a mio avviso, ma è difficile dire che abbiamo giocato bene quando perdi 1 a 0 in casa. Dobbiamo trovare continuità.
Non è un male rigiocare subito, già sabato. Vogliamo riscattarci e la Roma è forte, costruita per lo scudetto. Loro sono fortissimi, ma non abbiamo voglia di fare una bella prestazione. Dobbiamo rimboccarci le mani, per fare il meglio possibile all’Olimpico”

SINISA MIHAJLOVIC (CONFERENZA STAMPA)
“Quando si sbaglia cosi tanto, alla fine rischi di perdere come è successo. E’ una sconfitta che brucia. Dispiace a tutti. Purtroppo o per fortuna, creiamo tanto, ma facciamo pochi gol. Quando non si sbloccano queste partite, purtroppo si può perdere.
Dobbiamo chiudere bene questo periodo. Non abbiamo vinto contro il Bologna, siamo consapevoli di questo. E’ importante in questi momenti è restare sereni ed uniti. Dobbiamo lavorare e cercheremo di fare bene a Roma.
Io non faccio il Presidente, bensì l’Allenatore. Sto pensando alla prossima partita. Cerci abbiamo cercato di aumentare e creare superiorità numerica. In quell’occasione lì poteva fare meglio. Purtroppo ci gira male, ma non dobbiamo perdere fiducia. Tappiamoci le orecchia e lavoriamo. Vediamo cosa ci porterà la prossima partita.
Negli ultimi 15 minuti volevamo vincere. Loro ci hanno preso in contropiede ed hanno vinto. Ripeto non dovevamo lasciare in bilico la gara e dovevamo chiuderla prima, altrimenti poi queste gare si possono perdere.
Senza i gol non si vince. Se li sbaglia non si vince. Oggi abbiamo fatto 16 tiri in porta con 5 occasioni chiare da gol. Se non riesci a segnare, poi rischi di perdere. Gli ambienti sono difficili da tutte le parti. I ragazzi sono dei professionisti. Oggi hanno cercato in tutte le maniere di vincere. La pressione nel Milan è normale, c’è sempre. E’ giusto che sia così e dobbiamo abituarci. Bisogna sapersi comportare anche in queste situazioni.
Bacca è il nostro capocannoniere, mentre Niang ha le caratteristiche per muoversi tanto. Abbiamo solo Luiz Adriano come alternativa e lo mettiamo quando pensiamo sia utile. Chiaro parlare delle scelte a priori è facile. Tutti si allenano bene e decidiamo in base alle caratteristiche nostre e degli avversari. E’ una mia decisione averlo lasciato in panchina, anche perché Niang e Bacca avevano fatto bene contro il Frosinone.
Non c’è stato calo fisico. I dati che ci mandano indicano una squadra che sta bene fisicamente. Forse solo una o due in queste partite ci è stata superiore. Potrebbe essere un problema mentale o è il caso. Cercheremo di analizzare la situazione. Alcune gare le abbiamo fatte in 10, ma non abbiamo risentito la mancanza del giocatore. Contro Genoa e Verona la squadra ha corso tanto e ha creato occasioni.
Quando si parla del valore della squadra, si deve parlare nella sua interezza. Abbiamo avuto a disposizione per mesi 2 attaccanti su 5, e adesso ne abbiamo 3. Quando torneranno Balotelli e Menez, il nostro valore aumenterà. E’ normale quando dei giocatori tornano a disposizione, serve del tempo per farli tornare in forma. Mi riferisco a Menez e Balotelli. Anche Niang durante l’estate aveva fatto bene e poi è stato fuori tanto. Avere questi giocatori, con qualità, ti possono anche aiutare a risolvere le partite”

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5947 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.