9 dicembre 2016

Scontrini Renzi, Grassi: “Vogliamo vedere gli scontrini per dare un giudizio etico-politico”

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante la cerimonia inaugurale della Fiera del Levante a Bari, 13 settembre 2014. ANSA/LUCA TURI

Tommaso Grassi, Capogruppo di ‘Firenze riparte a sinistra’, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

La Corte dei Conti ha archiviato l’inchiesta sugli scontrini di Matteo Renzi quando era sindaco di Firenze. “Ora il Comune non ha più nessuna scusa per non darci la documentazione –ha affermato Grassi-. Vogliamo vedere queste rendicontazioni per poter dare un giudizio etico-politico. Abbiamo dato altre 24 ore agli uffici del Comune per darci la documentazione. Vediamo se ignoreranno la nostra ennesima richiesta. Speriamo ci vengano dati questi scontrini senza dover ricorrere al Tar. Non è vero che ora non ha più senso leggerli. La Corte dei Conti fa un tipo di valutazione, noi vogliamo farne un’altra. La Corte dei Conti valuta solo se le pratiche usate per la rendicontazione sia completa. Ma se trovassimo sugli scontrini una bottiglia di vino da 100 euro in una cena istituzionale, sarebbe inopportuna dal punto di vista etico e noi è su quel piano che vogliamo fare chiarezza”.

Fonte: Radio Cusano Campus