6 dicembre 2016

Il programma del Movimento 5 Stelle in Campania spiegato da Alessandro Amitrano

Alessandro Amitrano è uno dei giovani candidati che cercheranno di convincere i campani, in particolare i napoletani, a votare il Movimento Cinque Stelle e Valeria Ciarambino come governatrice. Soprattutto si candida ad essere uno degli uomini del rinnovamento che tanto necessità la Campania, da troppi anni preda e vittima di una politica collusa con il malaffare, devota solo alla speculazione sulle spalle di milioni di cittadini.

Abbiamo, così, deciso di ascoltare la sua voce, per meglio chiarire il quadro politico regionale campano.

Quali sono le istanze che maggiormente mi vengono chieste in campagna elettorale?

Devo dire che sono tre i principali argomenti che mi vengono chiesti in questa campagna elettorale: Reddito di cittadinanza, Microcredito e Caro RCA. È vero che ci sono tantissime problematiche in questa regione ma quella più sentita è il lavoro. Moltissimi cittadini sono senza lavoro ed il reddito di cittadinanza, con le annesse tre proposte di lavoro, è quello che tutti vorrebbero. Rappresenterebbe una possibilità di restituire dignità alle persone. Subito dopo viene il microcredito. Una grande iniziativa nata dal taglio degli stipendi dei nostri parlamentari che permette, a chi vuole iniziare una attività, di richiedere un prestito da 25.000 fino a 35.000 euro senza bisogno di garanzie. Per ultimo, ma non per importanza, vieni il sentitissimo problema del caro assicurazioni. Napoli e la Campania sono la maglia nera nel costo delle assicurazioni. Maglia ingiustificata perché, stando ai dati, Milano ha più incidenti di Napoli. Quindi finiamola di credere alle frasi fatte tipo <il caro RCA è determinato dagli imbrogli>. Ecco perché il movimento ha proposto una RCA in convenzione regionale e si sta battendo in parlamento per la proposta di legge RC autoequa (http://www.rcautoequa.it/)”.

Il rapporto di Valeria Ciarambino con coloro che attaccano Equitalia e chi lavora per la stessa azienda?

“Secondo me va chiarito una volta e per tutte che avere una lavoro non è un reato. La nostra candidata presidente si è più volte e chiaramente espressa sulle nostre proposte che riguardano Equitalia. È assolutamente strumentale attaccare una persona per il suo lavoro, che ricordo non ha nulla di illegale”.

Il Movimento Cinque Stelle guarda ai giovani ma non solo. Quali i punti del programma che soddisfano le istanze anche dei meno giovani?

Il movimento guarda a tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro età anagrafica. Per i giovani abbiamo pensato ad una serie di riforme in ambito universitario come lo sblocco delle borse di studio oppure il trasporto gratuito, ma anche di inserimento lavorativo. Per i meno giovani abbiamo in cantiere la proposta di un reddito di cittadinanza regionale, oppure l’istituzione della RCA regionale, come dicevo poco prima. A dire il vero le nostre sono proposte per tutti. Non si può di certo dire che l’abolizione totale del ticket sanitario oppure l’acqua pubblica possano essere definite proposte età correlate. Il nostro slogan è <Nessuno deve rimanere indietro>, indipendentemente dall’età”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5963 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.