Albano Laziale – Simone Carabella, la politica trasparente e senza peli sulla lingua

Servizi sociali e assistenza, urbanistica, economia e tributi, sport, giovani, tempo libero, cultura, ambiente, istruzione, sicurezza, anziani e associazioni, sono questi i punti con cui Simone Carabella, candidato sindaco di Albano Laziale, insieme ai suoi giovani collaboratori stanno affinando per il rush finale della campagna elettorale. Domani, sabato 23 maggio, alle ore 18 partirà una marcia simbolica che attraverserà la cittadina dei Castelli Romani per fermarsi a Piazza San Pietro dove il giovane candidato sindaco parlerà alla gente confermando la volontà e la voglia di un cambiamento netto e radicale della politica.

Una politica sempre più legata al passato e che spesso non è vicina ai cittadini e che ha avuto come risultato l’allontanamento dalle urne di chi deve votare. Ed è proprio questo uno degli  obiettivi di Carabella, riportare al voto tutte quelle persone che non credono più nelle istituzioni e nella capacità di quest’ultime di migliorare la qualità della vita dei propri cittadini.

Domani, cavalcando le  innumerevoli maratone fatte insieme al compagno fidato Claudio Palmulli contro le barriere architettoniche, nella breve marcia lungo il corso di Albano ci sarà non solo la scelta di assumersi la responsabilità di un cambiamento netto e totale, ma anche un ultimo anno fatto di sacrifici, di sudore, di lotte e battaglie vinte, della soddisfazione di aver reso una stazione della metro A e il centro di Roma accessibile ai disabili e tutto questo con la massima trasparenza e senza nessun compromesso.

Un candidato sindaco giovane che si prende le proprie responsabilità e senza peli sulla lingua, che sia giunto il momento del cambiamento? In molti credono di si.

I video del giorno