Roma, fermate due cittadine romene “esperte” in furti

polizia Roma



Due giovani straniere sono state arrestate nel primo pomeriggio di ieri dagli agenti della Polizia di Stato, che a seguito di una segnalazione di un cittadino, raccolta in strada durante il normale pattugliamento nel quartiere Africano, sono intervenuti all’interno di un supermercato dove due cittadine straniere, con numerosi precedenti di polizia, esperte in questo genere di furti, avevano tentato di allontanarsi dopo aver sottratto prodotti per un ammontare di oltre 200 euro.

Notate dal direttore all’interno del locale

Notate dal direttore, che le aveva viste aggirarsi all’interno con fare sospetto, una
volta giunte alle casse hanno acquistato alcuni oggetti di poco valore, sperando
così di eludere ulteriori controlli, oltrepassare le barriere antitaccheggio e
“svignarsela” con il ricco bottino.

Ricevuta la segnalazione, i poliziotti del commissariato Vescovio, diretto Mario Spaziani, sono giunti in breve sul posto e le hanno bloccate.

Borsa sotto il materassino del passeggino

All’interno di una borsa che avevano al seguito e  sotto il materassino del
passeggino dove un bimbo di pochi mesi stava “riposando”, gli agenti hanno
rinvenuto circa 40 barattoli di tonno e 10 bottiglie di liquore.

Le due donne, di origine romena, di 19 e 24 anni, sono state arrestate per furto
aggravato in concorso e messe a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il rito
direttissimo.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.