All’IIS Leonardo Da Vinci di Maccarese nasce la prima web radio fatta dagli studenti



In un epoca in cui la quotidianità sta diventando sempre più connessa e a portata di polpastrello, lo smartphone si sta trasformando in un inseparabile e sofisticato “personal computer” che permette di gestire ogni attività della propria vita informatizzando tutto ciò che ci circonda passando dalla casa e arrivando alla comunicazione. Un trend, quello del mobile, in costante aumento che possiamo paragonare ad un vero e proprio tsunami tecnologico che avanza ad una velocità spesso superiore alla capacità di apprendimento, ad oggi la maggior parte degli utenti utilizza infatti il proprio smartphone al 12% della sua reale capacità. Questo non significa che si debba diventare schiavi della tecnologia ma che si deve iniziare ad utilizzarla prima di tutto nel modo corretto e poi canalizzarla per ottenerne un vantaggio. In questo la comunicazione svolge un ruolo fondamentale, che, associata all’utilizzo di strumenti moderni, può davvero svolgere la sua vera funzione e cioè quella di “informare”.

Le Web Radio e soprattutto le Web Tv (grazie al passaggio alla fibra ottica) stanno nascendo in tutti i quartieri, scuole, università e aziende e diventano punti fondamentali di una rete sempre più globalizzata. Trasmettere via web è la nuova frontiera, la nuova epoca d’oro dell’etere. Dallo smartwatch allo smartphone passando per i tablet, i notebook e i pc, oggi dovunque siamo possiamo accedere ad una serie di servizi e di informazioni, scoprire cosa accade intorno a noi, leggerlo ma anche ascoltarlo e vederlo. I giovani oggi si muovono sempre con cuffia e smartphone, ed è dovere di chi educa ma anche di chi informa fare in modo che vengano utilizzati nel migliore dei modi. Il fenomeno web radio, ad esempio, è tra i diversi canali di informazione quello con una maggiore espansione e crescita, lo dimostrano la nascita di raduni nazionali, la nascita dell’associazione degli operatori radiofonici universitari nata nel 2006, e il progetto UnyOnAir, promosso da Radio24 nel 2007.

Il proliferare delle web radio universitarie e scolastiche ha fatto si che le principali emittenti radiofoniche italiane abbiano attivato il loro canale web dove permettono l’ascolto delle trasmissioni in streaming, o quantomeno caricando i podcast delle puntate, perché ciò le rende accessibili in qualunque posto e in qualunque momento. Oggi, dopo mesi di lavoro e programmazione la web radio approda anche all’Istituto di Istruzione Superiore Leonardo da Vinci di Maccarese grazie all’impegno della preside Maria Antonietta Maucioni e del professor Giacomo Puma che hanno sostenuto il progetto proposto da RFNetwork, la realtà editoriale creata da RadioFregene.it, sviluppata 4 anni fa con il supporto della Santa Teresa Immobiliare che ha fornito mezzi, location e servizi, insieme a Iltabloid.it, il giornale online regionale nato nel 2008 dalla voglia di creare un’informazione completamente indipendente e apolitica. L’obiettivo sostanziale della Web Radio scolastica è quello di dare voce al mondo giovanile, utilizzando la multimedialità, velocizzando  la comprensione della notizia e coinvolgendo in prima persona gli studenti.

Questo significa anche dare voce ai loro interessi, ai loro prodotti artistici e culturali,  sperimentare la gestione di una redazione, promuovendo la realizzazione di format, inchieste, trasmissioni, approfondimenti ed, infine,  rendere i giovani partecipi dei valori della  comunità attraversando i diversi mondi culturali, non tralasciando una parte sociale importante grazie alla valorizzazione di alcune forme di marginalità e di esclusione individuali e collettive. La redazione all’IIS Leonardo da Vinci è stata assemblata, la macchina è stata messa in moto e sta iniziando a fare il rodaggio, le trasmissioni inizieranno ufficialmente il prossimo anno scolastico. Stay tuned!!

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.