Alitalia, Fassina: “Piano industriale inaccettabile”

de vecchis su alitalia



Alitalia avrebbe identificato 2037 esuberi tra il personale di terra. E’ quanto emerge dal confronto in corso tra azienda e sindacati. Gli esuberi riguardano, a quanto si apprende, sia contratti a tempo determinato che indeterminato. La riduzione riguarda il 51% dell’organico negli uffici. Ai 2.037 esuberi si aggiunge il problema del personale navigante – circa 400 persone – che ha il contratto di solidarietà in scadenza a fine 2017. A quanto si apprende nel piano industriale Alitalia, illustrato ai sindacati, ci sono tagli salariali del 28% per i piloti sul medio raggio, 22% per quelli operativi sul lungo raggio e 32% per gli assistenti di volo.

Per Stefano Fassina deputato di Sinistra Italiana :«Il piano industriale proposto da Alitalia è inaccettabile. Al terzo giro di ristrutturazioni in 10 anni, altri 2.037 licenziamenti che si aggiungono ai 12.000 già avvenuti. Inoltre, altri pesantissimi tagli, fino a un terzo dell’importo, agli stipendi di piloti e assistenti di volo. Continuano a pagare lavoratrici e lavoratori a fronte di piani industriali improvvisati e management inadeguato, ma sempre premiato con buone uscite milionarie. Continuano a scaricarsi costi economici e sociali enormi su tante famiglie, in particolare a Roma e costi finanziari ingenti sui contribuenti. Nessuna assunzione di responsabilità da parte di chi ha guidato l’azienda dall’arrivo di Ethiad e prima. Anzi, cambio di poltrona per Montezemolo e arrivo dell’ennesimo manager senza esperienza specifica. Sinistra Italiana presenta interrogazione urgente al Ministro Calenda. Basta colpire il lavoro per compensare assenza di investimenti e incapacità manageriale».

I sindacati, al termine dell’incontro con Alitalia sul piano, hanno deciso lo sciopero: «Confermiamo lo sciopero, che sarà unitario e sarà il 5 aprile, l’unica data possibile, di 24 ore» lo ha detto Claudio Tarlazzi della Uiltrasporti.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21923 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.