Gambe stanche e pesanti: i consigli per sentirsi più leggere

gambe stanche

Non sono poche le donne che soffrono di gambe stanche e pesanti. Un problema che può diventare molto pressante e fastidioso, soprattutto quando viene accompagnato dal gonfiore. In questi casi la condizione degli arti impedisce di muoversi come si vorrebbe. Le gambe, pesanti e stanche, perdono la loro funzionalità e questo abbassa anche la loro capacità motoria. Molte donne ne soffrono così tanto che finiscono per conviverci quotidianamente: un errore, perché è sempre importante intervenire per curare questa problematica. Ecco perché oggi vedremo i consigli per sentirci più leggere, affrontando di petto le gambe pesanti e stanche.

Gambe gonfie e stanche: descrizione, cause e sintomi

La caratteristica principale che appartiene a questa condizione, è una stanchezza perpetua e improvvisa. Le gambe si gonfiano e si sfiancano, anche se non abbiamo fatto sport o movimenti particolari. Anzi, questo spesso accade quando stiamo sedute in ufficio, per fare un esempio. Oppure quando le temperature si fanno più calde del normale. Ma da cosa dipende? Dalla circolazione del sangue, che ristagna nelle vene degli arti inferiori. Quando questo accade, i fluidi non riescono a risalire in direzione del muscolo cardiaco: rimanendo intrappolati nelle vene, gonfiano e appesantiscono le gambe.

È sempre meglio farsi visitare da uno specialista, perché potrebbe dipendere anche da cause patologiche. Ad esempio, la pesantezza delle gambe potrebbe essere una conseguenza di una tromboflebite, oppure del diabete. Anche l’insufficienza renale potrebbe esserne causa, insieme ad alcune forme di sclerosi e alla policitemia. Per quanto riguarda i sintomi, la pesantezza è ovviamente al primo posto. Anche il prurito ed il formicolio sono due sintomi spesso comuni nelle donne che soffrono di questa condizione.

 

Quali sono le soluzioni per la pesantezza alle gambe?

Quando non dipendono da cause patologiche, queste problematiche possono essere riallineate assumendo integratori naturali per le gambe pesanti come ad esempio Antistax. Questo prodotto è del tutto naturale e a base di estratto di foglie di vite rossa. La sua azione consente di potenziare la struttura delle vene, così da spingere il sangue verso la sua normale direzione. In pochi giorni consente di provare quella sensazione di leggerezza agli arti che mancava da tanto tempo.

Quali sono le altre soluzioni per le gambe gonfie e stanche? Intanto regolare l’alimentazione: una dieta troppo salata può infatti causare questa condizione. Meglio optare per frutta e verdura, che sono anche ricche di liquidi, e dunque idratano i tessuti. Inoltre, mai vestire con pantaloni o calze troppo costringenti: questo peggiorerebbe la situazione. Anche i tacchi sono da evitare, perché stressano ulteriormente gli arti. Infine, il movimento fisico: aiuta non solo a tonificare i muscoli e dunque le vene, ma anche a movimentare il sangue. Una passeggiata quotidiana, quindi, è un vero toccasana per le gambe gonfie.

I video del giorno

Informazioni su Samantha Lombardi 4855 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it