San Lorenzo, Fabiano: “Quartiere abbandonato a se stesso”

In occasione del 74° anniversario del bombardamento di San Lorenzo devo rilevare, come sempre, la grande disattenzione della Sindaca Raggi rispetto a questo importante e storico quartiere.




Il Parco dei Caduti del 19 luglio 1943 e i giardini di piazzale del Verano sono stati ripuliti in occasione delle commemorazioni  ma, nel quotidiano, devo constatare che lo standard dei servizi erogati dal Dipartimento Ambiente e da Ama, nonostante le mie continue richieste di intervento, è assolutamente insufficiente.

Il Municipio II, per l’importanza nevralgica che riveste, deve essere considerato, a tutti gli effetti, centro storico e godere di tutti quei servizi che vengono erogati nella “zona rossa” che va da Trastevere al nostro confine delle Mura Aureliane.  Le mura non ci devono dividere, non ci sono periferie del centro non ci devono essere periferie in questa città.

L’Ambasciata Olandese, qualche giorno fa, ha giustamente risarcito la città di Roma restaurando la Fontana  dei giardini in viale Tiziano devastata  ad opera dei “tifosi” del Feyenoord. Analogamente chiedo all’Ambasciata Americana di prevedere un finanziamento adeguato e costante per la manutenzione del monumento del Parco dei Caduti per garantire  ai 3000 morti e agli 11.000 feriti, sotto  le tonnellate  di bombe sganciate dai loro aerei,  la dignità che meritano.

Chiedo inoltre alla Sindaca e alla Sovrintendenza capitolina di reperire i fondi necessari affinché il Parco dei Caduti sia curato giornalmente per il rispetto dovuto ai nostri concittadini morti a causa di quell’assurda guerra.

L’Assessore all’Ambiente, decoro e verde pubblico del Municipio Roma II Rosario Fabiano