22 febbraio 2017

Il Torino supera la Roma 3-1

Torino e Roma hanno offerto alle 12.30, nonostante il caldo, una gara molto bella e ricca di occasioni, con i granata che alla fine hanno prevalso 3-1. Le squadre si sono subito affrontate a viso aperte, con il conto dei tiri totali che alla fine registra un 16 per gli ospiti e un 15 per i padroni di casa, evidentemente più precisi nei loro tentativi. Altri dati statistici rendono l’idea di come le azioni da gol si siano ripetute con frequenza da una parte e dall’altra. La Roma ha chiuso il match con 11 occasioni da gol e 13 calci d’angolo, il Torino ha creato 12 palle gol e battuto 7 corner.

Il match si incanala subito a favore del Torino dopo 8′ quando Belotti anticipa Bruno Peres facendosi trovare pronto sul secondo palo ad insaccare di testa un cross di Obi. Lo stesso Obi poco dopo deve lasciare il campo per infortunio, sostituito da Baselli. Il ritmo delle azioni è incessante ed entrambe le formazioni sfiorano più volte la rete. Per vedere il secondo gol bisogna però aspettare il 53′, quando Iago Falque trasforma di sinistro un calcio di rigore assegnato per fallo di Bruno Peres. La Roma ha la bravura di restare in partita grazie al suo capitano, che dopo due soli minuti trasforma il calcio di rigore che accorcia le distanze. Per Totti, per il quale non ci sono più aggettivi, si tratta del gol n. 250 in A.  La rete dei giallorossi però, invece che accendere l’entusiasmo degli ospiti, carica i granata, che si riversano in attacco e al 65′, con un sinistro dal limite di Iago Falque deviato da Fazio, si riportano avanti di due lunghezze.

La Roma si ferma così a 10 punti, subendo la seconda sconfitta esterna consecutiva, il Torino sale a 8 tornando al gol dopo due partite chiuse sullo zero a zero.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 6777 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.