10 dicembre 2016

La programmazione teatrale da Villa Pamphily, Biblioteca Quarticciolo e il Silvano Toti Globe Theatre

Su il sipario al Teatro Villa Pamphilj, spazio della Rete Teatri in Comune di Roma Capitale diretto da Veronica Olmi, che nella settimana in oggetto propone una programmazione tutta rivolta ai più giovani. Venerdì 9 dalle 16, nell’ambito del Festival Lucciole e Lanterne – Premio Rodari per il Teatro 2016, giochi, laboratori, libri, filastrocche, sogni, per tutte le età. A seguire, alle 17. 45 la compagnia Teatro Glug (Arezzo) presenta lo spettacolo  Becco di rame, testo e regia di Enzo Cozzolino (tecnica utilizzata: burattini, narrazione; età consigliata: 4-10 anni). Sabato 10 alle 11, appuntamento con Musica in Culla, una lezione/gioco organizzata dalla Scuola Popolare di Musica di Donna Olimpia, un’immersione nell’ambiente musicale (canzoni, ritmo, movimento) che consente ai piccolissimi di sviluppare la propria innata musicalità (età consigliata 0-36 mesi). Sempre sabato 3, dalle 16, nell’ambito del Festival Lucciole e Lanterne – Premio Rodari per il Teatro 2016, giochi, laboratori, libri, filastrocche, sogni, per tutte le età. A seguire, alle 17. 45, la compagnia C.T. Bertolt Brecht (Formia) presenta Pinocchio a tre piazze, di Pompeo Perrone e per la regia di Maurizio Stammati (tecnica utilizzata: attori, teatro di strada, itinerante). Domenica 11 alle 17.45 il Festival Lucciole e Lanterne si chiude con lo spettacolo Sulla cima dell’Olimpo, proposto dalla Compagnia Teatro Verde (Roma), di Armando Traverso e Andrea Calabretta (tecnica: burattini, attori, libri). Nel corso della giornata verrà consegnato il Premio Rodari per il Teatro 2016. Il Teatro Villa Pamphilj inoltre ospita la mostra Godonti di Alfonso Alfonsi, la prima esposizione mondiale dedicata ai Godonti, in cui verranno presentate le opere di Alfonso Alfonsi, che allo studio e alla raffigurazione di questa affascinante ed elusiva specie fantastica  ha dedicato la maggior parte della sua produzione artistica. www.teatrovillapamphilj.it

Sipario aperto al Teatro Biblioteca Quarticciolo, spazio della Rete Teatri in Comune di Roma Capitale diretto da Veronica Cruciani, che presenta un’anteprima della stagione 2016/2017.

Venerdì 9 alle 21 è in cartellone Tranquillo Prof la richiamo io, un divertente, spietato, dolente, monologo di un professore alla rovescia, scritto da Christian Raimo, a cura di Veronica Cruciani e interpretato da Carlo De Ruggieri. Sabato 10 alle 21 la Compagnia Atacama presenta Come un bambino abbandonato nello specchio dell’armadio, un viaggio nel corpo alla scoperta delle sue grandezze e delle sue miserie, che rendono grandiose e vulnerabili le creature umane. Domenica 11 alle 18 Bianca Nappi, diretta da Marcello Cotugno, è la protagonista di Re(L)azioni, tre monologhi di Neil LaBute per investigare la violenza nel suo aspetto più banale e brutale. Martedì 13 alle 21 va in scena A testa sutta di Luana Rondinelli, diretto e interpretato da Giovanni Carta nel racconto di una Palermo che non accetta gli “indifesi”. Mercoledì 14 alle 21 c’è Regina e Selvaggia, una ricerca della Compagnia Danzi-amo sulla coincidenza/convivenza nella femminilità di regalità e selvatichezza. Giovedì 15 alle 21 il compositore Pasquale Innarella accompagna sul palco la Rustica X Band, di cui è ideatore e direttore artistico. La banda, nata all’interno del Centro Diurno della Cooperativa Sociale Onlus ‘Nuove Riposte’ come attività parallela di formazione e intrattenimento per i ragazzi, in breve tempo è diventata elemento di aggregazione per molti ragazzi e ha l’obiettivo di fare prevenzione del disagio giovanile, dando a giovani l’occasione concreta di verificarsi, stabilire relazioni, lavorare per costruire un proprio progetto culturale giorno per giorno.

www.teatrobibliotecaquarticciolo.it

Per la Stagione 2016 del Silvano Toti Globe Theatre fino a domenica 11 è in scena Il racconto d’inverno, una delle ultime opere scritte da Shakespeare, che contiene e sviluppa i temi presenti nelle opere precedenti. Qui la giustizia invade un terreno privato, quello della fiducia e della relazione matrimoniale tra Ermione e Leonte. Si susseguono la gelosia, la disperazione, l’allontanamento, il dolore, la morte, per poi vedere il ritorno della gioia più allegra e sfrenata e della vita: vince l’amore. La regia e l’adattamento sono di Elena Sbardella. Da venerdì 9 a domenica 11, alle 18, l’appuntamento è con Sonetti d’amore, ideazione e regia di Melania Giglio (traduzione di Alfonso Veneroso e Melania Giglio). Un viaggio tra i più bei versi di William Shakespeare accompagnato da una ricca contaminazione musicale: da Marvin Gaye a Amy Winehouse, da Leonard Cohen ad Alanis Morissette. Spettacoli tutti i giorni con inizio alle 21.15 (lunedì chiusura settimanale). www.globetheatreroma.com