7 dicembre 2016

Fiumicino, aeroporto: bagaglio sulla via di rullaggio un rischio non nuovo allo scalo

Ieri, verso le ore 13 si è rischiato un incidente aereo presso lo scalo romano di Fiumicino. Un bagaglio, caduto come tanti, proprio sulla via di scorrimento dove attraversano gli aeromobili e che per poco stava per essere investito da un Aereo in transito. Un bagaglio caduto da un carrello trasportatore senza che nessuno se ne curasse se non dopo ore e ore e, come è capitato dopo che è stato distrutto da qualche mezzo in transito. Succede spesso  la notte e quando piove a causa della scarsa visibilità

Queste situazioni sono pericolosissime visto che dalla cabina di pilotaggio la visibilità stradale è limitata e perchè il bagaglio può finire sotto le ruote del velivolo causandone la perdita di controllo o cosa ancora peggiore può essere aspirato dai motori con le ovvie conseguenze visto che i serbatoi di kerosene sono appena stati riempiti. Le vie di attraversamento sono punti nevralgici che andrebbero presidiati costantemente proprio perchè il danno da FOD come viene chiamato in gergo può avere conseguenze drammatiche. Senza pensare poi a chi passando da sopra l’aereo avrà riconosciuto proprio il suo bagaglio.

I bagagli smarriti, persi o distrutti in pista travolti dai mezzi in transito sono una piaga che a Fiumicino va avanti da decenni nonostante Aeroporti di Roma ogni volta in pompa magna annunci la fine del problema con nuovi sistemi di smistamento automatico, ci chiediamo come possa essere finito al secondo posto per “gradimento dei servizi ai passeggeri” uno scalo non degno di un Paese come l’ Italia. È ancora vivo il ricordo di quello che ormai è diventato il biglietto da visita dello scalo della Capitale, l’ aereo spinto a mano.

Nella stessa zona (NET) ieri verso le 16.30 si è verificato un altro incidente che ha coinvolto tre lavoratori Alitalia e un trattore elettrico.
Mentre effettuava una curva il trattorista ha perso il controllo del mezzo andando ad impattare contro due contenitori per i bagagli da imbarcare e due addetti che erano nelle vicinanze. Fortunatamente sembra che non ci siano state conseguenze gravi ma solo qualche giorno di prognosi, dovremmo aspettare l’ennesima tragedia?
Paolo Rossi
Riceviamo e pubblichiamo