5 dicembre 2016

Acquapendente, evento sismico nell’alta Tuscia

 

L’evento sismico che ha colpito il territorio dell’Alta Tuscia nella notte tra il 30 e il 31 maggio 2016 ha fatto avviare la macchina dei soccorsi, coinvolgendo Prefettura, Amministrazioni locali, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Tecnici esperti nella valutazione dei danni strutturali, Carabinieri e le altre forze dell’ordine. Per quanto riguarda la provincia viterbese, i comuni più colpiti sono stati Acquapendente, Bolsena, Grotte di Castro e San Lorenzo Nuovo.

Mercoledì scorso la Prefettura di Viterbo ha autorizzato una riunione che si è tenuta ad Acquapendente e a cui hanno partecipato il Sindaco del Paese, il Comandante Provinciale dei Vigili del fuoco di Viterbo Ing. Paduano, il Tecnico comunale, i rappresentanti dell’Azienda Sanitaria Locale e il Direttore dell’Agenzia di Protezione civile Regionale Arch. Tornatore. L’incontro è servito per fare il punto della situazione e capire come gestire l’emergenza.

A seguito delle scosse sono stati attuati i piani di emergenza comunali, con l’istituzione dei C.O.C. (centri operativi comunali). Ad Acquapendente il C.O.C. è stato allestito presso gli stabili della Protezione Civile locale, dove Sindaco, Vigili del Fuoco e Protezione Civile continuano a gestire l’elevato numero di richieste relative a verifiche strutturali. Il Comune ha previsto degli eventuali centri di accoglienza presso il Palazzetto dello Sport e lo Stadio.

Attualmente sono pervenute al C.O.C. di Acquapendente e alla sala operativa dei Vigili del Fuoco circa 200 richieste di intervento, in gran parte già soddisfatte grazie anche al fatto che i Vigili del Fuoco stanno lavorando sin dal primo giorno con cinque persone in più, le quali rientrano in turno libero per eseguire le verifiche speditive insieme ai Tecnici comunali e ai Tecnici che hanno recentemente frequentato il corso per la valutazione dei danni negli edifici a seguito di evento sismico, organizzato dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. Ad oggi sono stati individuati solo una decina di edifici privati inagibili o parzialmente inagibili, sono stati inoltre dichiarati parzialmente inagibili alcuni edifici di culto per i quali nei prossimi giorni verranno svolte delle verifiche più approfondite coinvolgendo il MIBAC.

Tutti i sopralluoghi effettuati presso le scuole hanno avuto esito positivo e da lunedì 06/06/2016 le lezioni riprenderanno regolarmente.

Da parte dell’Amministrazione Comunale di Acquapendente con la Delibera n° 73 del 01/06/2016 è stata fatta richiesta alla Protezione Civile tramite prefettura di Viterbo e Regione Lazio di richiedere lo stato di emergenza in conseguenza dell’evento sismico.

Il Sindaco ringrazia tutte le forze coinvolte nella gestione dell’emergenza, il Comando dei Vigili del Fuoco, i volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa ed i tecnici esperti coinvolti nelle valutazioni.

About Sara Mairaghi 1226 Articoli
Sara Mairaghi, chitarrista per passione e hobby, dopo aver lavorato come free lance per alcuni siti web, è approdata presso Il Tabloid Motori dove gestiva la parte social del sito. Vista la sua passione per qualsiasi tipo di evento festaiolo e alla moda, cinema e spetacolo, nel settembre 2014 ha preso in carico la categoria Intrattenimento ed Eventi de Iltabloid.it