6 dicembre 2016

Torvaianica – Degrado nel “Centro Elisabetta, CasaPound: “Cittadini e residenti esausti”

 

Torvaianica, 30 Aprile: CasaPound Italia questa mattina insieme a cittadini e comitati di quartiere della zona, hanno effettuato un sopralluogo a via Varna nei pressi del “Centro Elisabetta” e al passaggio a mare n.15, più volte segnalati all’ amministrazione per la notevole e persistente situazione di degrado che da anni versa nel quadrante di Torvaianica Nord.

13084101_526249107583388_1814749489_n“Questa mattina si è tenuto un incontro pubblico tra cittadini e comitati di quartiere invitando anche CasaPound Italia, in quanto essendo stati l’unica forza politica sul territorio che da tempo denuncia la situazione di degrado che la gente è costretta a vivere quotidianamente”. – Inizia così la nota di Andrea Cincotta, referente di CasaPound Italia a Pomezia – “Oggi siamo tornati con i cittadini presso il centro Elisabetta per vedere se l’amianto abbandonato su via Varna, già denunciato da noi il 16 Aprile ai vari giornali locali ed alle autorità competenti fosse stato rimosso dagli enti preposti, riscontrando invece che al posto dei sacchi questa volta il materiale cancerogeno sia stato sparso liberamente intorno all’area di riferimento e che l’accesso per accedere all’interno della struttura abbandonata sia ancora aperto e senza messa in sicurezza, in particolar modo per i bambini che spesso si ritrovano a giocare sul viale”.

“Successivamente abbiamo effettuato un sopralluogo, sempre con i cittadini, per verificare l’inagibilità del passaggio a mare n.15, intransitabile perché circondato da due costruzioni abusive, non rispettando quello che ne concerne la normativa per l’abbattimento delle barriere architettoniche poiché risulta essere largo in alcuni punti meno di un metro e quindi impossibile da raggiungere anche da mezzi di primo soccorso oltre che da persone portatori di handicap. Inoltre – spiega Cincotta – la struttura che affaccia direttamente sulla spiaggia ad oggi è diventato alloggio per sbandati e stranieri e discarica abusiva a cielo aperto, anch’essa con recinzioni in lamiera totalmente arrugginite e rotte, pericolose quindi per bambini e persone che frequentano la spiaggia oltre al degrado che comporta questa situazione anche per i commercianti della zona, che vedono sempre di più abbandonare questa porzione di spiaggia anche nel periodo estivo perché appunto pericolosa e degradata”.

“Insieme con i cittadini abbiamo deciso di avviare una raccolta firme a nome dei comitati di quartiere ogni sabato mattina sul lungomare delle sirene, angolo via Zurigo, che si concluderà a metà Giugno sperando che prima dell’inizio della stagione estiva vengano messi in sicurezza sia il passo a mare n.15 che la struttura su via Varna con l’amianto su strada”. – conclude la nota- “qualora l’amministrazione pometina non prenda provvedimenti seri nell’immediato ed entro tale periodo, saremo pronti ad intraprendere azioni forti al fianco dei cittadini esausti ed abbandonati dalle istituzioni”.

About Emanuele Bompadre 8249 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.