8 dicembre 2016

Roma – Polverini: “Agli elettori di centrodestra dico di votare Marchini, Mussolini sarà capolista”

FIRENZE 18/04/2012 - CONVEGNO "EUROPA-ITALIA: ITALIA DI MEZZO. QUALE MODELLO PER LO SVILUPPO?" . - NELLA FOTO: RENATA POLVERINI, PRESIDENTE REGIONE LAZIO. FOTO MORINI GIACOMO/INFOPHOTO

L’ex presidente della Regione Lazio Renata Polverini (FI) è intervenuta ai microfoni della trasmissione “Ecg Regione”, condotta da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

Dopo l’appoggio di Forza Italia ad Alfio Marchini come candidato sindaco di Roma, si parla di Alessandra Mussolini come capolista di FI. “Potrebbe essere un nome straordinario. Alessandra ha sempre dato prova di riscuotere grande successo. E’ una persona riconoscibile che saprebbe guidare la lista e trascinarci alla vittoria con Alfio Marchini. Sarebbe anche un segnale agli elettori di centrodestra. Noi ci troviamo con due donne in competizione per la carica di sindaco, tra cui Giorgia Meloni che non può rappresentare tutto l’elettorato di destra che invece Alessandra saprebbe rappresentare al meglio. Salvini dice che Marchini non arriverà al ballottaggio? Salvini ha sempre reazioni scomposte. Non dimentichiamoci che è stato lui a trascinare la Meloni in questa avventura verso il Campidoglio, dopo che aveva accettato la candidatura di Bertolaso. Poi ha pensato che Berlusconi potesse chinare la testa e diventare un suo gregario e invece non è stato così. Berlusconi con la sua scelta ha messo in campo Alfio Marchini che è una figura autorevole per guidare Roma, ma ha anche gettato le basi per un nuovo centrodestra più moderato che probabilmente dagli elettori è visto molto meglio rispetto alla destra estrema di Salvini. Meloni yes woman di Salvini? Alla manifestazione della Lega a Bologna andò a fare, non dico l’ancella, ma sicuramente una figura di contorno. Quello è stato il primo errore della Meloni. Se oggi dovesse perdere a Roma, verrebbe messa in un angolo. Penso che alla fine anche Storace convergerà su Alfio Marchini”.

Ai microfoni di ‘Ecg Regione’ è intervenuto anche il candidato sindaco Francesco Storace (La Destra): “E’ suonata la sveglia della responsabilità per tutti –ha dichiarato-. Ora siamo chiamati a decidere se vogliamo evitare che Roma vada al ballottaggio con l’alternativa Pd-5 Stelle. Se appoggerò Marchini? La questione è ancora da decidere. Devo rispettare una comunità con cui devo parlare. Ieri sera ho visto Marchini e gli ho detto che per me conta anche quello che si scrive nel programma, lo voglio leggere e poi su questo ragionare. Voglio capire se la battaglia di Forza Italia è un impegno civico per la città o se si tratta di altro. Poi voglio capire che cosa vogliono fare Lega e Fratelli d’Italia. Io non dimentico che sono stati loro a sdoganare Alfio Marchini. Le primarie della Lega le ha vinte Marchini, FDI ha fatto un referendum mettendo il nome di Marchini e non il mio. Se si vuole fare il contrario del Nazareno, si deve sconfiggere il candidato di Renzi. Io non voglio essere l’ostacolo all’unità della coalizione”.

Fonte: Radio Cusano Campus