6 dicembre 2016

Fiano, PD: “Se alcuni paesi intendono chiudere i confini dovranno sopportare i dazi per le loro merci”

 

L’On. Emanuele Fiano, responsabile sicurezza del Pd, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

Sull’atteggiamento dell’Austria riguardo l’emergenza migranti. “Se alcuni Paesi intendono chiudere i confini –ha affermato Fiano- dovranno sopportare anche i dazi per le loro merci. Non possono pretendere che lo Schengen delle merci continui se quello dell’immigrazione è sospeso. Non ci possono essere solo regole positive per gli Stati. Se uno stato non partecipa in tutti i campi alla solidarietà europea, non può pretendere di averne i benefici”.

Il caso Graziano. “Stiamo parlando di una persona indagata, neanche rinviata a giudizio –ha spiegato Fiano-. Per adesso abbiamo la testimonianza di due personaggi della criminalità organizzata che parlano di lui. La notizia è pessima, ma manteniamo un atteggiamento garantista, così come per l’assessore dei 5 stelle di Livorno di cui non abbiamo chiesto le dimissioni. Per prevenire si può agire sul piano legislativo, noi abbiamo aumentato le pene per i reati contro la Pa e i termini di prescrizione. In secondo luogo abbiamo insediato un’autorità anti-corruzione che l’Europa ci invidia. Poi ci sono le regole dei partiti. Noi abbiamo in discussione parlamentare la legge di riforma dei partiti, dalla quale pretendiamo un livello di trasparenza obbligatorio per partecipare alle competizioni elettorali. Oltre alle leggi, oltre a far lavorare magistratura e forze dell’ordine, c’è un buon esempio da dare da parte di noi politici”.

Bassolino chiede l’intervento di Renzi. “Io sono del Pd da sempre e al momento sono in una posizione di potere in quanto il Pd è al governo –ha affermato Fiano-. A me non verrebbe mai in mente di accettare un euro da chicchessia per fare qualcosa contro la legge. Quando Bassolino dice a Renzi di intervenire, noi possiamo intervenire nella capacità di selezione del partito, anche se in questo caso Graziano non è che l’ha scelto Renzi, l’ha trovato già”.

Fonte: Radio Cusano Campus