11 dicembre 2016

IX° Municipio – Pasetti, Forza Italia: “Ricevuto un dossier di denuncia sul malgoverno del municipio”

“Mentre ricevo un dossier denuncia  sul malgoverno del IX municipio negli ultimi tre anni,  apprendo al notizia che Andrea Santoro  a Spazio 900, ripresenta la sua candidatura come Presidente del municipio”. E’ quanto dichiara Laura Pasetti coordinatore di Forza Italia del Municipio IX. “Autocelebrarsi per non aver fatto nulla in tre anni di governo del territorio è il modo migliore per offendere i cittadini, che in questo municipio ci vivono e ci lavorano.  Sarebbe stato più ovvio che invece di uno spot elettorale e una auto proclamazione, si parlasse di quello che rilevo in questo Dossier  di denuncia che hanno preparato i cittadini per  questi tre anni di mal governo di Santoro e della giunta di Sinistra nel IX Municipio”. Conclude  Laura Pasetti dicendo: “Associazioni,  comitati  di quartieri,  cittadini e tanti imprenditori che vivono in tanti quartieri dell’Eur,  hanno raccolto in questi tre anni il malcontento e  le promesse mai realizzate fatte in campagna elettorale da Santoro e  del Pd nel 2013. Un Dossier di denuncia dettagliato che parla di ogni zona del Municipio da Trigoria a Spinaceto, da Mostacciano al Torrino da Castel di Leva a Laurentino fino a tutta la parte centrale dall’Eur,  che  presenteremo  a breve in una conferenza stampa”.

“Santoro dimentica che il suo slogan di 3 anni fa era – Sarà tutta un’altra Storia -, ma a guardar bene la storia è molto peggiorata”. Sottolinea Pasquale Calzetta  Vice Coordinatore Romano di Forza Italia, che aggiunge: “Ora dimentica di aver governato con Marino, il peggiore Sindaco di Roma, e insieme a lui ha aggravato la Storia di questo nostro territorio, come emerge dai dati presenti nel dossier consegnatoci. Santoro e la sua Giunta invece di presentare l’ennesimo libro dei sogni in perfetto stile renziano, dovrebbero raccontare ciò che hanno prodotto e quali problemi hanno risolto. Purtroppo risultano solo fatti negativi, a partire dal disfacimento della rete dei servizi sociali, come quella degli operatori e delle aree produttive, dal rapporto inesistente con i dipendenti comunali, al mancato sforzo per il recupero della periferia ormai abbandonata da 3 anni.

I cittadini del Municipio IX  Eur hanno purtroppo avuto come massimo responsabile un organizzatore di domeniche ecologiche, quando c’era bisogno di un amministratore capace che doveva parlare ai propri cittadini e risolvere i loro problemi”. “Quello che ricordano i cittadini, durante la campagna elettorale di Santoro e del Pd, oltre alle false promesse sono i suoi  slogan”. Sottolinea Piero Cucunato già consigliere Provinciale e residente da sempre nel IX Municipio: “Lo spot con cui apre la campagna elettorale  di oggi  è singolare,  perché mostra in pieno la sua incapacità di gestione della cosa pubblica. Un filmato e uno slogan  “ IX Municipio una scelta di vita”  che dovrebbe essere una motivazione per chi ha scelto di vivere all’Eur, ed invece nella realtà  sta diventato per molti abitanti un incubo,  visto il mal governo di Santoro e della sua giunta di Sinistra negli ultimi anni. Il  Municipio più importante di Roma, ha solo record negativi e problemi che vanno risolti nell’immediato. Le 100  discariche a cielo aperto, il  numero di buche e  km di strade dissestate più alto della città, la sicurezza più bassa di Roma, le scuole nel degrado più assoluto, la cultura in uno stato di eutanasia, il commercio allo sbando e  in preda ad una crisi irreversibile per scelte logistiche scellerate dei centri commerciali, una mobilità al collasso, la prostituzione dilagante e un sistema di parcheggi insufficiente per i programmi previsti ed infine ci tengo a sottolineare la violenza perpetrata  da Santoro con scelte  amministrative sui temi ambientali ed urbanistici che hanno il sapore di considerare l’Eur come un territorio da distruggere e non da valorizzare”.

Consigliamo al Presidente del Municipio, che fa politica con spot e slogan, di parlare di cose  concrete,  – conclude Cucunato – cercando in questi ultimi due mesi, che rimangono alla fine del suo mandato di dare qualche risposte ai cittadini che aspettano inutilmente da anni, altrimenti sarà ricordato come un presidente inutile e degli slogan”.