4 dicembre 2016

Forano – Ucciso durante una lite per vecchi dissapori, in manette un uomo

Il 17 gennaio 2016, alle ore 18.45 circa, a Forano, un cittadino del luogo transitando in via Colleguardia, ha rinvenuto riverso in terra agonizzante, nelle adiacenze del cancello di ingresso di un terreno agricolo, il corpo di Alberto Lucarelli, suo conoscente, nato a Roma nel 1943, pensionato. Dalle prime analisi dei militari della compagnia Carabinieri di Poggio Mirteto intervenuti prontamente il corpo dell’uomo presentava diverse lesioni alla testa ed al corpo provocate probabilmente da un corpo contundente.
Il malcapitato privo di sensi, ma ancora in vita è stato immediatamente trasportato in codice rosso presso il policlinico universitario Gemelli di Roma. Il ferito, a causa delle gravi lesioni, è arrivato morto all’ospedale, dove, alle  21:10, ne veniva constatato il decesso.
Nel frattempo, i  carabinieri di Stimigliano, al termine di una rapida attività investigativa e ricostruendo in sede di sopralluogo come potessero essersi svolti i fatti, hanno ristretto le ricerche ad un unico sospettato D. L.,  un impiegato incensurato.
L’uomo, ha ammesso le proprie colpe, confessando che verso le ore 18,00 aveva aggredito con violenza la vittima, motivando il gesto con vecchi rancori personali legati a delle costruzioni a sua detta di natura abusiva edificate dalla vittima.
Dopo essersi dichiarato colpevole D. L. ha raccontato di aver bruciato i vestiti indossati durante l’aggressione in un fondo agricolo vicino e di aver gettato l’arma del delitto, presumibilmente una spranga in ferro di circa un metro di lunghezza, nel fiume Tevere.
Il magistrato di turno della procura della repubblica presso il tribunale di Rieti, dott. R. G. Maruotti, intervenuto sul posto per coordinare l’attività investigativa, durante la notte dopo aver interrogato l’indagato presso gli uffici della compagnia carabinieri di Poggio Mirteto, ha disposto il fermo quale indiziato di delitto per omicidio aggravato nei confronti di D.L., che pertanto era condotto presso la casa circondariale di Rieti in attesa di giudizio.

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.