7 dicembre 2016

Calcio – Serie A, Pioli: “Partita difficile ma daremo l’anima a San Siro”

ROME, ITALY - SEPTEMBER 25: Head coach Stefano Pioli of Lazio issues instructions during the Serie A match between SS Lazio and Udinese Calcio at Stadio Olimpico on September 25, 2014 in Rome, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Il tecnico biancoceleste, Stefano Pioli, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di domani sera a San Siro, contro l’Inter di Roberto Mancini.

“E’ facile aspettarsi una partita complicata. Giochiamo contro un avversario difficile che sembra imbattibile, forte e concreto. Bisognerà fare un’ottima prestazione. E’ vero che abbiamo giocato giovedì, ma la squadra ha recuperato, sanno che è l’ultimo sforzo dell’anno solare. Cercheremo di ottenere un risultato straordinario.

C’è la speranza che domani si possa mettere in campo una grande prestazione, conosciamo il valore dei nostri avversari, ma vedo una squadra che ci vuole credere e poi giocare a San Siro gli darà un altro po’ di motivazione che non guasta mai. Bisognerà fare una partita completa e compatta, mantenendo un certo blocco di gioco. L’Inter ha vinto sfruttando tre errori dell’Udinese l’altra settimana. Dobbiamo giocare per forza a livelli alti.

Tutte le nostre prossime partite saranno la classica ‘gara della svolta’. Sono contento per lo spirito e la qualità che giovedì i ragazzi hanno messo in campo. Domani dobbiamo dimostrare di poter fare qualcosa in più, facciamo la nostra partita.

Siamo riusciti a mettere in campo le nostre qualità. L’Udinese non ha schierato la sua formazione migliore, ma era importante la nostra prestazione, perché siamo riusciti a stare in campo con grinta, intensità e aggressività per giocare palloni su palloni. E anche se ti ha detto male, perché giovedì i nostri avversari hanno segnato una rete irripetibile, siamo riusciti a creare sfruttando le nostre occasioni. Alla fine è entrata dentro. Domani uscire da San Siro con il risultato vuol dire fare una grande prestazione, quasi perfetta E’ una partita importante che ci può dare molto per il nostro futuro. Bisognerà stare svegli in campo.

Il mio lavoro è motivare i miei ragazzi, il lavoro tecnico-tattico è stato ultimato oggi, lo spirito e la qualità però possono fare la differenza. I miei giocatori sanno che domani devono lasciare l’anima a San Siro.

Basta non ha recuperato e non partirà con la squadra. Purtroppo stiamo accumulando un po’ di fatica e tensione, abbiamo tanti assenti. La sosta ci aiuterà a recuperare tutti, tranne Lulic, più ungo come rientro e Kishna.

Tutti i giocatori hanno dei momenti di condizione positiva, Matri adesso è in grande condizione, mentale e fisica, ed ora è lui l’attaccante che dà maggiore garanzia.

Il mercato di gennaio ci deve vedere rafforzati, il resto delle domande non dovete farle a me”

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.