8 dicembre 2016

Ostia – Marsella: “Qualcuno vuole coinvolgerci in uno scontro politico insensato fondato su uno stantio antifascismo”

Ci è stato impedito di svolgere la nostra assemblea dalle forze dell’ordine che hanno identificato gli studenti, in risposta abbiamo organizzato tre manifestazioni di cui due nel percorso del corteo antifascista di Anpi, Rifondazione Comunista e giovani del Pd”. Lo dichiara il Blocco Studentesco in una nota, dopo che stamattina si sono verificate tensioni tra il corteo e gli studenti che si sono dissociati e volevano svolgere un’assemblea contro la “buona scuola” di Renzi. “E‘ inammissibile permettere una manifestazione – ha continuato il movimento studentesco di CasaPound – che aveva il solo obiettivo di dividere gli studendi e di riportare l’antifascismo nelle scuole, come è assurda la presenza di persone adulte di Rifondazione Comunista e centri sociali che volevano creare incidenti. Una volta dispersi i nostri studenti si sono organizzati con un presidio in via dei Promontori ed un altro a piazza Ronca circondati dalle forze dell’ordine in tenuta antisommossa. Un’altra manifestazione è stata organizzata all’istituto Carlo Urbani, altra scuola che non ha aderito al corteo antifascista. Non più di un centinaio di persone ha sfilato con le associazioni e i partiti di sinistra ed il loro fallimento ha soltanto dimostrato la tragica fine della dottrina antifascista ad Ostia. Diamo appuntamento – conclude la nota – a tutti gli studenti liberi, sabato alle 21.30 all’Idrovolante Pub per un’assemblea dove decideremo come proseguire la protesta studentesca iniziata con l’occupazione di tre scuole ad Ostia”.
Questa mattina è stata impedita l’assemblea del Blocco Studentesco per permettere un assurdo corteo antifascista che doveva essere di studenti mentre ha visto la partecipazioni di adulti di Rifondazione Comunista ed Anpi che hanno cercato lo scontro verso le nostre manifestazioni”. Lo dichiarano in una nota Luca Marsella e Carlotta Chiaraluce di CasaPound Italia. “Chiediamo una presa di posizione – continuano – di tutte le forze politiche contro chi vuole coinvolgerci in uno scontro politico insensato fondato su uno stantio antifascismo. Oggi abbiamo dimostrato senso di responsabilità improvvisando due sit-in circondati dalle forze dell’ordine in tenuta antisommossa che hanno evitato un contatto con il corteo della sinistra. E’ necessario non far degnerare questo attacco fisico al nostro movimento che sta appoggiando tutte le proteste di Ostia, dalla piazze alle scuole. Oggi – hanno concluso Marsella e Chiaraluce – la partecipazione di nemmeno un centinaio di persone al corteo segna la fine dell’antifascismo ad Ostia. Non faremo passi indietro contro chi vuole dividere e incita all’odio, da parte nostra troveranno sempre una ferma opposizione”.
About Emanuele Bompadre 8273 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.