11 dicembre 2016

Prof. Mazzucato: “Jobs Act ha diversi problemi. In Italia diamo sempre la colpa al pubblico e ai sindacato”

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante la cerimonia inaugurale della Fiera del Levante a Bari, 13 settembre 2014. ANSA/LUCA TURI

La professoressa Mariana Mazzucato, titolare della cattedra RM Phillips in Economia dell’Innovazione presso la Science Policy Research Unit-SPRU dell’Università del Sussex, è stata protagonista del convegno “Innovazione, crescita e sviluppo: scelte pubbliche e strategie private che si è tenuto ieri presso l’Aula Magna dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

La Professoressa Mazzucato, che è autrice del libro “Lo Stato Innovatore”, inserito tra i Libri dell’Anno 2013 dal “Financial Times” che tratta della necessità di analizzare il ruolo dello Stato nella crescita economica, ha parlato anche di temi legati all’attualità politica ed economica, in diretta su Radio Cusano Campus.

“Il Jobs Act ha diversi problemi –ha affermato Mazzucato-. Se l’impedimento per far ripartire il mercato del lavoro fosse stato solo l’articolo 18, avremmo dovuto vedere moltissime società che hanno 12 o 13 lavoratori. Invece l’impresa media italiana ha 4 lavoratori. In Italia facciamo finta che tutti i problemi siano dovuti ai sindacati e alla burocrazia. Questi problemi ci sono, ma c’è anche un’enorme inerzia nelle imprese private. Ad esempio la Fiat, che non investe qua ma investe in America. E lo fa perché il governo americano gliel’ha chiesto, qui invece non c’è questo tipo di tensione sana tra Governo e Industria. C’è una relazione molto malata, perché facciamo finta che i problemi siano tutti nel mercato del lavoro e nell’apparato pubblico, che viene semplificato e tagliato ma senza riformarlo nel modo giusto. In Italia si fa finta che sia proprio il pubblico in sé il problema, quindi basta tagliarlo”.

Fonte: Radio Cusano Campus