4 dicembre 2016

VI Giochi Mondiali Militiari, l’Italia in evidenza con nove medaglie

Ancora medaglie conquistate dagli atleti italiani in gara ai VI Giochi Mondiali Militari (GMM) in Corea, che nelle gare di oggi hanno vinto due ori, due argenti e cinque bronzi.

Ottimi risultati sono arrivati dal tiro con l’arco, dove il 1° Aviere dell’Aeronautica Guendalina Sartori ha vinto la medaglia d’oro battendo in finale l’avversaria cinese per 6 a 2. All’oro si aggiunge l’argento nella finale maschile, con l’Aviere Capo Mauro Nespoli che cede all’arciere coreano suo avversario per 6 a 4.

Il secondo oro è stato conquistato dalla squadra di sciabola maschile, composta dall’Aviere Capo Alessio Romano, dal Caporale Gabriele Foschini e dal 1° Caporalmaggiore Giovanni Repetti (Esercito), che sale sul gradino più alto del podio sconfiggendo la temuta Russia per 45 a 42.

Altri ottimi risultati sono arrivati dagli italiani del nuoto, dove il Finanziere Arianna Barbieri del Gruppo Fiamme Gialle ha ottenuto l’argento nei 50 metri dorso femminile. Alla sua medaglia si aggiungono due bronzi: quello del Caporale Niccolò Bonacchi nei 50 metri dorso maschile, ed il bronzo della staffetta 4×100 mista stile libero, che ha visto impegnati lo stesso Bonacchi insieme al Caporale Piero Codia, ed ai Primi Caporalmaggiori Martina De Memme e Laura Letrari, tutti Esercito.

Ad arricchire ancora la giornata, ben tre medaglie di bronzo: la prima del Caporalmaggiore Scelto dell’Esercito Emanuele Fuso che ha conquistato il terzo posto nel tiro al volo, seguito dal pentathlon moderno maschile di squadra, formata dai Carabinieri Scelti Auro Franceschini e Pier Paolo Petroni e dal Caporale dell’Esercito Valerio Grasselli, che guadagnano il terzo gradino del podio. Risultati anche dal taekwondo, con il 1° Caporalmaggiore Claudio Treviso che batte in finale per il terzo posto il campione russo Nikitin.

Il medagliere, si arricchisce di altre nove medaglie, che portano l’Italia al nono posto della classifica generale con un totale di 25: cinque ori, undici argenti e nove bronzi.

I Giochi Mondiali Militari sono organizzati ogni quattro anni dal Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM), che fa della vicinanza e l’amicizia tra i popoli i suoi valori fondanti, da raggiungere attraverso lo sport, come si legge nel motto del Comitato “amicizia attraverso lo sport”. Ai VI GMM partecipano circa 4500 atleti provenienti da più di 100 paesi. Per l’Italia gareggiano 81 atleti, di livello internazionale ed olimpico, in forza ai Gruppi Sportivi di Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza.