11 dicembre 2016

Sen. Giovanardi a Radio Cusano Campus: “Discoteche? I minorenni se ne stiano a casa”

“Discoteche? Minorenni se ne stiano a casa in attesa di diventare maggiorenni. Con la mia proposta di legge voglio allungare la vita ai giovani e combattere il business della morte”. Lo ha detto il senatore Carlo Giovanardi (Ncd) ai microfoni della trasmissione “Legge o giustizia”, condotta da Matteo Torrioli su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

Giovanardi ha presentato un disegno di legge che vieta ai minori di 18 anni di entrare in locali che chiudono dopo la mezzanotte. “I minorenni –ha affermato Giovanardi- non sono in grado di autodeterminarsi, per questo vanno tutelati vietando loro l’ingresso in certi locali. Con la mia proposta di legge voglio vietare l’ingresso dei minorenni, perché una volta entrati è impossibile andare a controllare se i gestori del locali gli servono superalcolici. Quando uno è minorenne non è un dramma se da mezzanotte in avanti, invece di stare nelle discoteche o nei locali in cui girano alcool e droga, se ne stia a casa in attesa di diventare maggiorenne. I tragici episodi di questa estate hanno creato molto clamore, ma fatti del genere si verificano sempre. Vogliamo che un adolescente non ci rimetta la vita prima di arrivare all’età in cui può maturare le sue scelte. Mi sembra drammatico che ragazzi così giovani muoiano prima di essere in grado di autogestirsi. Dietro tutto questo c’è un business, c’è chi specula sulla possibilità di fare soldi anche su situazioni di questo tipo. Con la mia proposta di legge voglio vietare l’ingresso dei minorenni, perché una volta entrati è impossibile andare a controllare se i gestori del locali gli servono superalcolici”.

About Emanuele Bompadre 8296 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.