5 dicembre 2016

Fiumicino – Pavinato: “Minuto di silenzio per l’archeologo siriano Asaad”

La seduta di martedì del Consiglio comunale, su proposta del consigliere Giuseppe Pavinato, si è aperta con un minuto di silenzio in ricordo di Khaled Asaad, l’archeologo siriano barbaramente assassinato dai soldati dell’Isis lo scorso 18 agosto, per aver osato difendere il patrimonio archeologico di Palmira.
Distruggere la storia e la testimonianza archeologica e culturale – ha detto il consigliere Pavinato – è un vano tentativo di cancellare la memoria con una guerra che ha poco a che fare con le ragioni religiose, che non siano un fanatismo estremo, intollerante e disumano. Molto più pesanti sono le responsabilità delle industrie e dei signori della guerra, che fanno dei conflitti religiosi un vergognoso mercato di armi sempre più esteso, pericoloso e tecnologicamente avanzato, sia nei Paesi oggetto dei conflitti, ma maggiormente anche in tutti quei Paesi non interessati dai conflitti, ma all’avanguardia nella progettazione, produzione e commercializzazione degli strumenti di distruzione individuale e di massa. È dunque auspicabile – ha aggiunto Pavinato – la ripresa di una presa di coscienza individuale e collettiva per azioni di pace concreta. Il Comune di Fiumicino, anche per il suo grande patrimonio storico, archeologico e culturale, si fa parte attiva di questa azione con un gemellaggio ideale con il sito archeologico di Palmira e con quanti lottano per la sua salvaguardia. È per questo che vorremmo apporre una targa in memoria di Khaled Asaad all’ingresso dell’aula consiliare”.