2 dicembre 2016

Cisterna di Latina – Arriva lo sportello per la sicurezza alimentare

 

Cisterna di Latina ed Expo 2015, un rapporto sempre più stretto non soltanto attraverso Tradizione e Cultura ma anche con l’innovazione che l’amministrazione comunale riesce a mettere in campo.

Sabato scorso alle 18, infatti, presso il padiglione Slow Food dell’Expo di Milano, l’assessore al SUAP Teseo Cera ha presentato pubblicamente il progetto SPO.S.A. (Sportello Sicurezza Alimentare).

Si tratta di un’iniziativa promossa dall’Ordine dei Tecnologi di Lazio e Campagna, adottata con delibera di Giunta dal Comune di Cisterna.

Il progetto prevede l’apertura di uno sportello virtuale per la sicurezza alimentare che offrirà un servizio di primo orientamento rivolto a cittadini ed operatori del settore.

L’attività verrà svolta dall’ordine dei Tecnologi Alimentari che daranno informazione sulla natura dei prodotti in commercio, l’etichettatura degli stessi e l’educazione alla sana e corretta alimentazione.

Gli obiettivi sono quindi la promozione e la diffusione della cultura della sicurezza alimentare attraverso l’informazione e la formazione. Un processo che verrà avviato anche nelle scuole. Inoltre, si punta a rendere i vincoli legislativi un’opportunità di crescita per le aziende, garantendo la miglior sicurezza per i cittadini.

Durante il convegno nel padiglione di Slow Food di Expo 2015, dedicato proprio ai temi delle etichettature e della sicurezza alimentare, Teseo Cera ha illustrato il progetto al quale il Comune di Cisterna ha aderito, ricordando le grandi ricchezze produttive agroalimentari presenti sul nostro territorio:

“L’amministrazione comunale di Cisterna – ha spiegato l’assessore – ha colto l’opportunità di dare ai propri cittadini un servizio in più, gratuito e volontario, ma anche di alto valore professionale visto che erogato dall’ordine dei Tecnologi alimentari. Nascerà dunque uno sportello alimentare virtuale, con un apposito banner all’interno del sito web istituzionale del Comune, dove tutti i cittadini potranno chiedere informazioni sui prodotti alimentari che trovano in commercio. Inoltre, in questa occasione, abbiamo avuto modo di mettere in evidenza davanti al vasto pubblico dell’Expo di Milano la nostra città, le sue ricchezze e le innovazione che è capace di mettere in campo. Partendo dal kiwi fino agli altri prodotti ortofrutticoli di qualità che produciamo nella nostra zona, senza dimenticare il contesto paesaggistico e culturale come i Giardini di Ninfa e la tradizione dei Butteri, solo per citarne due. Ci aspettiamo molto dal supporto dell’ordine dei Tecnologi alimentari – precisa in conclusione Teseo Cera – e come Amministrazione saremo garanti del servizio offerto”.