10 dicembre 2016

Calcio – Conte: “Concretizzare di più”. Chiellini: “Battiamo l’Azerbaigian ed è fatta”

La qualificazione è più vicina. Sei punti in due partite era l’obiettivo della vigilia, ma a questa bella tela manca ancora la cornice: “Siamo riusciti a centrare sei punti in due partite – spiega Conte a fine gara – che era il nostro obiettivo. Certo, per le occasioni che abbiamo creato, dispiace poi che si resti in bilico nel risultato. In questo modo si rischia un rimpallo e un gol e quindi di non vincere partite nelle quali meriti i tre punti. Dobbiamo concretizzare di più, ci vuole più cattiveria. Ma sono soddisfatto del grande impegno da parte di tutti”.
Grande è stata l’accoglienza che Palermo ha riservato agli Azzurri. A fare il tifo, in tribuna, anche il presidente del Senato Pietro Grasso, seduto accanto al presidente della FIGC Carlo Tavecchio, che si è congratulato con Conte e con la squadra per il successo con la Bulgaria. Tornando a Conte, a chi gli chiede della prestazione di Varratti, il cittì replica: “Non mi piace parlare dei singoli, ma Verratti è un giocatore sul quale dobbiamo puntare. Deve migliorare e deve capire quando giocare di prima e quando aspettare”. E ancora: “Grandi parate di Buffon? Io mi ricordo solo un bell’intervento su un regalo nostro. Lui comunque è sempre un grande. Dobbiamo essere più cattivi e in avanti concretizzare di più. De Rossi? Queste cose non le deve fare”.
Lo slogan è quello delle puntate precedenti: “ Adesso dobbiamo lavorare e continuare a testa bassa. Possiamo crescere tantissimo. Ancora dobbiamo conquistare l’ Europeo: il nostro girone è il più competitivo di tutti, come dimostra la classifica”.
Guarda avanti, Giorgio Chiellini, già proiettato alle gare di ottobre. “Era importantissimo vincere – sottolinea il difensore – avevamo due partite in casa da sfruttare al massimo e lo abbiamo fatto seppur col minimo sforzo, almeno per quanto riguarda il risultato. Stasera si è vista una buonissima Italia, che meritava di più e penso che il mister possa essere soddisfatto. Soffrire fa parte del gioco: il calcio in Europa si è livellato e tutte le partite sono difficili. Intanto è stato fondamentale vincere senza subire gol per andare avanti con fiducia e convinzione. Abbiamo fatto un passo avanti con un’ ottima prestazione da cui ripartire in ottobre per chiudere il discorso qualificazione. Dobbiamo vincere in Azerbaigian e poi è quasi finita”.
Soddisfatto El Shaarawy, che promuove l’Italia: “E’ stata una buonissima partita, abbiamo creato tanto, di più rispetto a quella con Malta. Per quello che mi riguarda, ho fatto quello che mi ha chiesto il mister, ricevere palla, puntare sempre l’ avversario per creare superiorità numerica e dare palloni per Pellè e Candreva. E’ andata abbastanza bene, non è arrivato il gol, ma sono contento della prestazione mia e della squadra”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5996 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.