10 dicembre 2016

Portuense – Stavano portando via diversi cavi di rame in un cantiere, fermati dalla polizia

Sono stati fermati dagli agenti della Polizia di Stato appena dopo aver tentato di portare via circa 30 metri di “oro rosso” presso un cantiere dell’ ACEA a Largo La loggia, al Portuense. Identificati per cittadini rumeni tra i 33 e i 41 anni, i 4 sono stati arrestati.

L’episodio è accaduto ieri sera, quando approfittando anche del buio, i malviventi con l’impiego di robuste tenaglie, hanno tranciato i capi delle matasse portandole via.

Vistosi scoperti da personale dell’ACEA, sono fuggiti tentando di far perdere le tracce buttando via anche quanto asportato nei pressi di un cassonetto. Sul posto è giunta la Volante del Commissariato San Paolo che ha intercettato poco distante i 4 fuggitivi; identificati per N.S. di 37 anni, A.C. di 33, C.I. di 40 e G.D. di 41, tutti rumeni con precedenti penali, sono stati arrestati per furto.

Le grosse matasse, per un peso complessivo di quasi 150kg – poi recuperate e restituite all’ACEA – sarebbero state destinate alla vendita illecita presso un’impresa di raccolta di materiale ferroso.

A seguito dell’evento è stato effettuato un dedicato servizio, coordinato dal Commissariato di Polizia di San Paolo, con l’ausilio di personale del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato e dell’Ispettorato Prov.le del Lavoro e di pattuglie del Reparto Crimine Lazio della Polizia di Stato.

L’accertamento è stato dedicato alla verifica della filiera dei conferimenti dei rifiuti ed in particolare di quelli ferrosi in zona Magliana, a cominciare dalla raccolta, dal trasporto – per i quali vengono impiegati furgoni 35 ql – e conferimento alle imprese di raccolta dei materiali ferrosi.

74 le persone identificate e 42 veicoli; sono state elevate inoltre 15 contravvenzioni al Codice della Strada. Sono state inoltre effettuate delle verifiche amministrative in due note imprese di raccolta di materiali ferrosi .